2018 Annual International Conference on ADHD

ADHD e dipendenza da Internet

adminaccount888 Ultime notizie

Questo è un nuovo articolo sul blog degli ospiti sull'ADHD e la dipendenza da Internet del Dr Todd Love, che è un consulente e allenatore in pratica negli Stati Uniti. Qui è il suo riassunto della conferenza internazionale annuale 2018 sull'ADHD. Ecco il risultato principale del relatore principale. Le persone non diagnosticate con ADHD hanno una durata di vita 10 o più anni in meno rispetto alla media!

Natura della condizione

Per adulti, L'ADHD è un disturbo della produttività, in altre parole, un disturbo della gestione della vita. Clinicamente parlando, si tratta di un disturbo cronico di inibizione e autoregolazione. NON si tratta semplicemente di “stare fermi e prestare attenzione”. Piuttosto, si tratta di regolare le funzioni psicologiche critiche come motivazione, concentrazione, attenzione, emozioni e comportamenti.

Sono stati presentati due sfortunati paradossi:

  • L'ADHD è un disturbo che provoca stress e uno stress eccessivo rende più difficile la gestione dell'ADHD
  • Le persone con ADHD hanno difficoltà a riuscire con l'auto-miglioramento; con lo sviluppo delle competenze esatte di cui hanno bisogno per sopravvivere con la condizione.
Due principi fondamentali che tutti dovrebbero sapere:
  • Le cause non sono più sconosciute. L'ADHD è un disturbo dello sviluppo neurologico, con basi neurobiologiche chiaramente stabilite. Questi includono squilibri neurochimici (dopamina, noradrenalina, ecc.), Reti neurali specifiche compromesse ed eziologie genetiche (ereditabilità di 70%).
  • Cose che NON lo causano: cattivi genitori, qualsiasi cosa legata all'allattamento al seno, troppo tempo sullo schermo, imparare a camminare troppo tardi o marketing disonesto da parte delle compagnie farmaceutiche.
  • La maggior parte dei bambini NON "cresce fuori". La ricerca ora lo indica Il 60% - 80% delle persone porta questa condizione nell'età adulta (per tutta la loro durata di vita). Purtroppo, meno del 20% degli adulti con ADHD, che non sono stati diagnosticati come bambini, verrà mai diagnosticato o trattato. In realtà, questo è tragico e capirai perché dopo aver letto la sezione successiva.

Relatore principale: Russell Barkley, PhD

Il dottor Barkley è il principale ricercatore mondiale sull'ADHD. Ha pubblicato letteralmente centinaia di articoli accademici / scientifici, quasi 100 capitoli di libri di testo e dozzine di libri.

Il suo keynote si è concentrato in gran parte sulla presentazione dei risultati del suo recente studio a lungo termine su persone con ADHD. La sua conclusione è stata scioccante e profonda. Le persone non diagnosticate con ADHD hanno una durata di vita 10 o più anni in meno rispetto alla media!

Il dott. Barkley non considera questa condizione come un "dono". Era un battitore particolarmente forte sul tema delle realtà dolorose di avere la condizione da adulto. Egli ha detto:

  • "In tutti i nostri risultati, una cosa sembra abbondantemente chiara - L'ADHD negli adulti è un disturbo che compromette significativamente. È associato a numerose difficoltà praticamente in tutti i settori delle principali attività della vita. "
  • “Si può riscontrare che l'ADHD produce disabilità diverse e gravi in ​​una vasta gamma di attività. Include il funzionamento nell'istruzione; occupazione; relazioni sociali; attività sessuali; incontri e matrimonio; genitorialità e prole; morbilità psicologica; criminalità e abuso di droghe, salute e relativi stili di vita, gestione finanziaria o guida. ”
  • "Come tali, i deficit di ADHD sono più sostanziali di quelli osservati in altri disturbi che più probabilmente presentano alle cliniche ambulatoriali, come i disturbi d'ansia, la distimia e la depressione maggiore".

Se quei punti non fossero abbastanza pesanti, questi dovrebbero essere:

  • L'ADHD è un disturbo di salute pubblica, non solo un problema di salute mentale.
  • Rivaleggia con l'autismo nel carico di stress per i genitori.
  • L'ADHD è una malattia che minaccia la qualità della vita!

- Russell Barkley, Ph

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo