Novità sulla verifica dell'età

adminaccount888 Ultime notizie

Nessuna protezione del governo del Regno Unito dalla pornografia per bambini fino alla fine del 2023/inizio del 2024

Dopo aver staccato la spina alla legislazione sulla verifica dell'età una settimana prima della sua attuazione nel 2019, Boris Johnstone e il suo governo continuano a tirare i piedi per fornire una protezione adeguata ai bambini dal porno hardcore di facile accesso. Il disegno di legge sulla sicurezza online sta attualmente facendo il suo ingresso in Parlamento. Purtroppo, è probabile che non venga recepito per legge fino alla fine del 2023 o all'inizio del 2024. Ciò significa che, in assenza di una legislazione efficace, gli strumenti educativi sono tanto più necessari. Vedi il nostro piani di lezione gratuitie guida per i genitori.

Aggiornamento del briefing sulla verifica dell'età

Per discutere di questo e dei relativi sviluppi in tutto il mondo, The Reward Foundation e John Carr OBE, Segretario della Coalition on Children's Charities nel Regno Unito, hanno presentato un aggiornamento informativo il 31 maggio 2022. Abbiamo accolto 51 professionisti da 14 paesi all'evento di maggio. (Il rapporto del nostro briefing originale di giugno 2020 è disponibile qui.)

Il briefing includeva un eccellente aggiornamento dell'Age Verification Providers Association sulla tecnologia disponibile per i siti Web che devono dimostrare l'età dei propri utenti. Ciò includeva la menzione del Consenso UE progetto che fornirà identificazione elettronica e servizi fiduciari per i bambini in Europa. Inoltre, è in fase di sviluppo un sistema in base al quale una persona dovrà essere verificata solo una volta per dimostrare l'età e tale prova sarà valida per altri servizi che richiedono la prova dell'età. Sarà una sorta di passaporto di verifica dell'età sotto forma di token elettronico.

Il briefing conteneva anche un aggiornamento sulla ricerca sugli effetti della pornografia su Internet sul cervello degli adolescenti. C'è un briefing dalla Danimarca su un nuovo studio nazionale sugli adolescenti danesi e sulle loro esperienze con la pornografia.

Come risultato dell'evento, aggiungeremo presto aggiornamenti ai nostri 20+ pagine su AV sul nostro sito.

Se vuoi tenerti aggiornato su ciò che sta accadendo sulla verifica dell'età, John Carr produce un blog di prim'ordine chiamato Desiderata che tiene tutti consapevoli degli sviluppi nel Regno Unito, in tutta Europa e negli Stati Uniti in questa importante area. Il suo blog fornisce anche una sintesi del punti chiave dalla legge sulla sicurezza in linea

Altre notizie

Il 22 giugno 2022, la Louisiana è diventata la prima giurisdizione americana ad attuare Legislazione AV. Il tempo dirà quanto sarà efficace nella pratica.

La Louisiana ha adottato la legislazione civile, non quella penale. Consente ai residenti dello stato di citare in giudizio qualsiasi entità commerciale per non aver implementato la verifica dell'età per impedire ai minori di accedere a materiale dannoso. Il disegno di legge definisce la pornografia come materiale dannoso per i minori. Si applica ai siti in cui più di un terzo del contenuto è pornografico.

Ci viene detto che “è stato accolto con poca opposizione poiché è stato approvato nel loro senato 34:0 e Casa 96:1.

Non sono stati fissati limiti all'entità dei danni civili per un reato. Il disegno di legge include clausole che impediscono ai sistemi di verifica dell'età di elaborare i dati degli utenti, tutelando così la privacy individuale. La legge entrerà in vigore il 1 gennaio 2023.

Il prossimo passo sarà vedere se qualche cittadino della Louisiana cerca di trarre vantaggio dalla legge. Dovranno avviare un procedimento legale contro un fornitore di materiale pornografico che non dispone di adeguate misure di verifica dell'età. Dimostrare la causalità potrebbe essere complicato.

Ultime notizie dalla Nuova Zelanda

A sondaggio commissionato da Family First NZ è stato rilasciato il 24 giugno 2022, dimostrando un sostanziale sostegno pubblico per la verifica dell'età in Nuova Zelanda. Il sostegno a una legge era del 77% mentre l'opposizione era solo del 12%. Un ulteriore 11% non era sicuro o si rifiutava di dirlo. Il supporto è stato più forte tra le donne e le persone di età superiore ai 40 anni. Il sostegno alla legge è stato coerente anche tra le linee di voto dei partiti politici. Attualmente il governo neozelandese si oppone attivamente all'idea di una legislazione sulla verifica dell'età.

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo