williamcho

La storia di una madre

adminaccount888 Ultime notizie

Quando qualcuno viene arrestato e accusato di scaricare immagini indecenti di bambini ha un effetto devastante, non solo sulla persona in questione, ma sulla sua famiglia nel suo insieme. Questo è un breve resoconto di ciò che accadde quando l'equivalente di una bomba nucleare esplose nella nostra casa.

Mi stavo godendo il mio programma preferito quando ho sentito squillare il telefono. Due minuti dopo mio marito entrò nella stanza, spense il televisore e mi disse che era stata la polizia al telefono e nostro figlio era stato arrestato e accusato di un'offesa. Era tenuto in custodia durante la notte e sarebbe comparso in tribunale il giorno successivo.

Eravamo fuori di testa dalla preoccupazione perché la polizia non ci avrebbe detto la natura del reato e non potevamo immaginare cosa fosse.

Era sempre stato un ragazzo gentile, di buon cuore, ma ansioso. Aveva sempre avuto difficoltà a farsi degli amici e fu vittima di bullismo durante la sua vita scolastica (che ci aveva causato grande preoccupazione) ma non aveva mai avuto problemi. Ha superato tutti gli esami, ha lavorato a tempo parziale per finanziarsi attraverso l'università e ora ha un lavoro a tempo pieno, ben retribuito e in una relazione a lungo termine. Pensavamo che le difficoltà che aveva affrontato durante l'infanzia fossero alle sue spalle e potremmo rilassarci un po 'e non vediamo l'ora di andare in pensione. Nessuno di noi avrebbe potuto immaginare ciò che era dietro l'angolo.

Scoprimmo dal suo partner che la polizia aveva fatto irruzione nel loro appartamento e aveva scoperto sul suo computer immagini indecenti di bambini.

Il giorno dopo, in tribunale, è stato avvisato dal suo avvocato di fare "nessuna richiesta" ed è stato rilasciato su cauzione. Il suo compagno ci ha chiesto di rimuovere le sue cose dall'appartamento quella sera e da allora ha rifiutato di parlare con lui.

Ci ha confessato di essere stato introdotto alla pornografia su Internet nella sua adolescenza da un amico a scuola e di esserne diventato dipendente nel corso degli anni, usandolo come un modo per controllare lo stress. Ciò gli ha portato alla fine a commettere un reato scaricando immagini illegali.

Era così traumatizzato dalla sua esperienza che i nostri cuori andarono verso di lui. Sapevamo meglio di chiunque altro che non c'era un grammo di cattiveria in lui, ma eravamo consapevoli che aveva una personalità ossessiva che lo avrebbe portato ad accumulare conoscenze specialistiche in qualsiasi argomento che gli interessasse. Gli interessi dell'infanzia, come i dinosauri, erano stati sostituiti da computer ed era la ragione per cui era così bravo nel suo lavoro nel settore IT.

Abbiamo studiato l'argomento fino a quando non abbiamo avuto una migliore comprensione del problema. È stata una curva di apprendimento acuta e impariamo ogni giorno qualcosa di nuovo. Abbiamo quindi deciso di trovare l'aiuto professionale di cui aveva bisogno.

Mary Sharpe di The Reward Foundation ha raccomandato uno psicoterapeuta esperto che gli è stato di grande aiuto per i prossimi 9 mesi, mentre attendevamo l'esito del rapporto forense sul suo computer. Durante questo periodo è tornato a casa con noi, è stato prescritto farmaci antidepressivi e ansiosi e ha continuato a lavorare.

Una volta arrivato il rapporto forense, dopo un'attesa straziante che ha colpito la salute di tutta la famiglia, il suo avvocato ci ha detto che, in quanto primo reato, avrebbe probabilmente ricevuto un ordine di rimborso comunitario. Fu inviato ai lavoratori sociali della giustizia criminale che dovevano valutarlo in un'intervista che durò solo due ore. Il rapporto che hanno inviato allo sceriffo non solo aveva il nome sbagliato ma diceva che non aveva problemi di salute mentale e mancava di empatia per le sue vittime.

Nonostante il rapporto del suo psicoterapeuta (che lo vedeva ogni settimana per 9 mesi) in disaccordo con tutto ciò che dicevano, fu condannato dallo sceriffo. Le parole non possono esprimere l'orrore che tutti abbiamo sentito quel giorno. Sapevamo che non si trattava solo di sopravvivere al carcere, ma dell'effetto a lungo termine che avrebbe avuto sul suo futuro. A quel punto non sapevamo nemmeno quali sarebbero le restrizioni imposte dagli assistenti sociali e dalla polizia, l'impatto che avrebbe sui premi di assicurazione casa e auto e il peggiore di tutti i datori di lavoro che si rifiutano di prendere in considerazione l'impiego di chiunque abbia un disco.

Per fortuna la sua permanenza in carcere è stata relativamente breve. Dopo aver presentato un appello, è stato rilasciato in attesa dell'esito di un'audizione.

Su consiglio del suo terapeuta, abbiamo colto l'occasione per fare in modo che fosse testato per il Disturbo dello Spettro Autistico (ASD), una condizione evolutiva presente fin dalla nascita che non può essere curata o migliorata con i farmaci. Di solito è accompagnato da tratti comuni come l'ansia sociale che porta all'isolamento, al comportamento ossessivo e alla depressione spesso grave. Le persone con ASD hanno difficoltà a leggere le espressioni facciali, il linguaggio del corpo e la comprensione del tono della voce che spesso le fa apparire prive di empatia.

È classificata come un "disturbo mentale" all'interno della legge sulla salute mentale e rientra nelle competenze della legge sulla parità.

Sin dalla prima infanzia, i professionisti della salute avevano espresso preoccupazione per la sua mancanza di interazione sociale e comportamento ripetitivo e ossessivo, ma tutti hanno deciso che non era necessaria un'ulteriore indagine e non è mai stata fatta una diagnosi formale.

Poiché i tempi di attesa sul NHS possono andare in anni, abbiamo organizzato una valutazione privata.

È stato valutato da un team di esperti e diagnosticato un disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento (noto come Sindrome di Asperger a molti).

Ha mostrato anomalie durature e importanti nello sviluppo dell'interazione sociale reciproca e in aree come l'empatia e la reciprocità socio-emotiva.

È stato notato il suo comportamento offensivo è qualcosa che incontriamo non di rado nei maschi con autismo ad alto funzionamento o Sindrome di Asperger, e questo è stato oggetto di studio nella letteratura accademica, che sta sempre più riconoscendo i modelli di offendere a cui questo gruppo sembra particolarmente suscettibile.

La settimana successiva la sua condanna fu annullata e sostituita con un ordine di rimborso della comunità, la decisione originale dello sceriffo era considerata eccessiva anche senza la conoscenza della diagnosi di autismo. Sfortunatamente il danno era stato fatto e il lavoro che amava era stato perso anche se non era in una professione regolamentata.

Nonostante il suo eccellente curriculum lavorativo, la sua possibilità di ottenere un altro lavoro quando ha una disabilità e una fedina penale è scarsa, a meno che non si possa trovare un simpatico datore di lavoro.

Ci sembra che sia stato deluso per tutta la sua vita, da:

  • Professionisti della salute che hanno espresso preoccupazioni ma hanno deciso che non sono necessarie ulteriori indagini.
  • Noi stessi, perché non abbiamo approfondito la questione e accettato il suo strano comportamento come parte della sua personalità. Ora sappiamo che aveva anche lottato con la depressione e l'ansia per gran parte della sua vita. Le sue buone capacità lo avevano aiutato a mascherare alcuni dei più immediati segni di autismo.
  • Il suo compagno che ha lasciato la sua vita senza domande o qualsiasi pensiero per il suo benessere. Come tante persone sullo Spettro è considerato vulnerabile allo sfruttamento.
  • Gli assistenti sociali che si occupano di giustizia penale che non hanno avuto abbastanza tempo o esperienza per riconoscere ciò di cui si stavano occupando e come abbiamo scoperto da allora, probabilmente stanno usando strumenti di valutazione del rischio che non sono adatti per individui con disturbo dello spettro autistico.
  • Lo sceriffo che, assegnandogli una condanna eccessiva e mandandolo in prigione quando altre opzioni erano a sua disposizione, contribuì a un ulteriore declino della sua salute mentale e alla perdita del suo lavoro, l'unica cosa nella vita che gli diede autostima.

Come la maggior parte delle persone condannate per aver scaricato immagini illegali, non è un autore di reati di contatto e essendo nello spettro autistico è improbabile che possa mai diventarlo. È improbabile che i criminali autistici continuino a commettere reati fisici più gravi. Di solito hanno troppa paura di avere un contatto fisico e sono improbabili che siano pericolosi. (Mahoney e altri 2009, p45-46).

Molti non capiscono cosa hanno fatto o perché fino alla terapia rivela quelle risposte e non hanno alcun concetto di rischi, diritti / torti o conseguenze, ma il nostro sistema legale e il pubblico in generale trattano le persone che possiedono immagini indecenti di bambini, con lo stesso disprezzo come quelli che in realtà cercano e hanno un contatto sessuale con loro. Questo è ovviamente sbagliato e per una persona autistica vulnerabile che ha abbastanza problemi da superare nella vita, particolarmente devastante se la storia dovesse ricevere una copertura mediatica.

Il riconoscimento della vulnerabilità autistica è essenziale per ottenere aiuto per queste persone. Le loro differenze li mettono in pericolo in alcune situazioni e questo è certamente uno di questi.

Concluderò con la conclusione di Michael Mahoney e altri che scrivono sulla legge americana in Sindrome di Asperger e legge penale: il caso speciale della pornografia infantile

Non c'è tragedia senza speranza. Gli individui con AS e le loro famiglie sperano in una vita "normale", ma hanno grandi difficoltà nel realizzare quel sogno. In parte ciò non dipende dalla natura intrinseca della disabilità, ma dall'incomprensione dell'individuo da parte di coloro che non riescono a capire come una persona con intelligenza apparentemente normale non possa apprezzare la stranezza o l'apparenza apparentemente deviante del loro comportamento. Non ci può essere un esempio più tragico di questo rispetto all'individuo AS che, a causa della sua maggiore abilità e confidenza e fiducia nel mondo del suo computer e di Internet, ea causa della sua dimenticanza nei tabù creati legalmente, vaga nella pornografia infantile. È vittima di uno schema di marketing a cui la sua disabilità lo rende il più vulnerabile ed è allo stesso tempo più facilmente catturato a causa della sua ingenuità su come il suo computer sia stato aperto al mondo. A quel punto è esposto alla condanna penale e le più severe disabilità civili escogitate che possono letteralmente rovinare la sua intera vita.

Mentre i pubblici ministeri e i giudici "hanno sentito tutto prima" quando si tratta di persone "che scusano" i comportamenti scorretti, incluso il possesso di pornografia infantile, le caratteristiche uniche predominanti in AS, insieme allo sfondo di isteria, sentimento e fervore riguardo alla pedopornografia, creare una "tempesta perfetta" in cui gli individui AS e le loro famiglie sono inghiottite. Questa diagnosi unica richiede ai pubblici ministeri e ai tribunali di fare distinzioni tra criminali pericolosi e non pericolosi e tra coloro che possono accedere a rappresentazioni illecite perché devono confrontarsi con coloro che semplicemente non conoscono meglio. Generalmente l'individuo AS non dovrebbe essere addebitato affatto, è totalmente inutile. Se vengono addebitati, è necessario spendere ogni sforzo per evitare disabilità o incarcerazioni civili e per garantire un trattamento adatto alla diagnosi AS. Per evitare tali "tempeste perfette" gli "esperti" e i difensori nel campo, cercando di portare speranza a questi individui, hanno bisogno di aiutare a informare i legislatori, i pubblici ministeri e i giudici, in modo che possano prendere decisioni consapevoli in quest'area così maturo per la tragedia.

Vedi i nostri altri articoli sull'autismo:

Nuovo ricerca su come i criminali ASD sono trattati nei tribunali del Regno Unito

Porno e autismo

Autismo: reale o falso?

A video di un avvocato americano che difende le persone con ASD.

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo