Gli organizzatori della conferenza croata Blanka Magdic e Ivan Munjin con Mary Sharpe, Nataša Ropret, Haley Halverson e Darryl Mead

La Croazia affronta il porno

adminaccount888 Salute, Ultime notizie

È il paese in cui è stata inventata la cravatta a collo originale, la cravatta. In effetti tutte le statue pubbliche erano in versione sportiva con nastro rosso per celebrare l'International Necktie Day su 18 October mentre eravamo lì. La Croazia è un paese con un ricco background culturale, una confluenza di influenze austro-ungariche, orientali e slave. Come parte della ex Jugoslavia, conserva ancora elementi del suo passato comunista. Oggi, come un paese moderno all'interno dell'UE e della NATO, affronta gli stessi problemi con la pornografia su Internet come altrove. Culturalmente è un paese cattolico, quindi il ruolo della famiglia ha una priorità elevata nella società e nella politica.

La Fondazione Reward è stata lieta di prendere parte a una conferenza pubblica con una vasta gamma di esperti internazionali sull'impatto della pornografia sulla famiglia. La conferenza è stata chiamata Famiglia e scuola: la chiave per la libertà dalla dipendenza. Il programma è qui.

È stato organizzato da una ONG croata "In the name of the family", con il sostegno del governo croato. La conferenza 2-day si è tenuta nella capitale Zagabria su 20-21 October 2017.

Nella sessione principale frequentata da persone 120, Darryl Mead ha fornito un Introduzione all'industria della pornografia. Mary Sharpe poi ha seguito con una presentazione L'impatto della pornografia su Internet sul cervello adolescente. Altri oratori erano Haley Halverson del Centro nazionale per lo sfruttamento sessuale a Washington DC e la terapista sessuale slovena Nataša Ropret. C'è stato un notevole accordo tra tutti e quattro gli oratori sul potenziale per la pornografia su Internet di causare un'ampia varietà di danni se utilizzata in un contesto ricreativo.

Nel pomeriggio The Reward Foundation ha presentato due workshop su Pornografia su Internet: cosa devono sapere genitori, insegnanti e operatori sanitari.  I workshop hanno visto la partecipazione di persone 40 dalla Croazia e molti altri paesi balcanici.

Mary e Darryl sono state entrambe intervistate da giornalisti locali e si può trovare una storia (in croato) qui. Storie più dettagliate dovrebbero essere pubblicate nei prossimi giorni.

Statua di Stejpan Radic a Zagabria che indossa una cravatta al collo

Statua di Stejpan Radic a Zagabria che indossa una cravatta al collo

Statue in un parco di Zagabria che indossano cravatte

Statue in un parco di Zagabria che indossano cravatte

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo