Channel 4 Mums Make Porn

"Porno etico": una cortina fumogena per un'industria sfruttatrice

adminaccount888 Ultime notizie

Ci viene spesso chiesto del "porno etico". Questo era il tipo di porno che le mamme nel documentario in 3 parti di Channel 4 "Mums Make Porn" credevano di fare e che in qualche modo era meglio. Quello di cui non hanno capito è che tutto il porno, etico o meno, stimola le voglie di più e per versioni più volgari. Quando un utente ha visto tutto il cosiddetto "porno etico" disponibile e ha condizionato il suo cervello a desiderare e aver bisogno di più stimoli sessuali, dove si rivolge?

Il blog qui sotto proviene da Liz Walker, la principale attivista australiana che pensa in modo chiaro e diretto sui rischi della pornografia su Internet. Liz lavora a modo suo nonostante il labirinto di argomenti che la lobby del porno usa per giustificare i propri affari. È possibile vedere la versione originale più lunga e più grafica qui.

AGGIORNAMENTO: Le mamme fanno porno

Oggi, dopo aver visto Mums Make Porn su Channel 4 nel Regno Unito, Liz ha twittato questo ...

Solo un'altra versione del sesso mercificato ... Cinque mamme che hanno chiaramente perso il promemoria sulla normalizzazione - "Il processo attraverso il quale un'idea o un comportamento passa da una parte chiaramente problematica a una parte accettata della cultura sociale". ~ Cordelia Anderson

Liz Walker

Un dilemma comune: mi è stata posta questa domanda:

"Trovo difficile sfidare il porno quando ora vediamo così tanto il porno auto-creato (dove c'è ovviamente consenso, nessuna coercizione, ecc.). Anche con siti porno "etici" come ManyVids che guadagnano popolarità e produttori di pornografia che usano il #sexpositivity e i movimenti anti-shaming per promuovere il loro contenuto, trovo difficile sapere come rispondere. Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri su come discutere ulteriormente di queste cose."

Ecco i modi 5 per sfidare questa narrativa e creare un dialogo significativo che critica la cultura del porno. C'è da aspettarselo, ma mentre disimballo della cosiddetta "etica" dei "siti di pornografia etica" c'è un segnale di avvertimento per la lingua, l'abuso sessuale, l'incesto, il sesso con i minori e la violenza contro le donne.

~ 1

Ci sarà sempre una percentuale di persone che si dedicano all'autoproduzione del porno. E se vogliono sinceramente un numero sconosciuto di estranei di pubblico dominio per masturbarsi nelle loro attività private, così sia. Detto questo, un numero significativo di donne si sente pressato dai loro partner per filmare i loro incontri sessuali, anche se il contenuto può sembrare amorevole e consensuale. Altri sono vittime di riprese non consensuali e / o condivisione di momenti intimi, con incontri privati ​​distribuiti come vendetta porno (altrimenti noto come abuso basato sull'immagine) riportano questo reato in Australia attraverso il Ufficio del Commissario eSafety).

A volte questi video vengono venduti al miglior offerente, a siti porno o ad altri gruppi predatori - la storia di attrice Mischa Barton sull'essere vittima di vendetta porno è un la storia vale la pena guardare per capire questo problema.

Dobbiamo creare una conversazione sul ruolo dell'industria del porno nella normalizzazione del porno, del voyeurismo, dei comportamenti predatori, dei diritti sessuali; e chiedere "chi" sta guidando a casa, auto-creazione del porno (suggerimento - per lo più uomini). A prima vista, il consenso nel porno auto-creato può sembrare ovvio, non è sempre così. Per gli spettatori di questo contenuto (o di qualsiasi porno), un commento osservato sui social media lo riassume perfettamente ed è un eccellente punto di discussione:

"Il porno ci sta trasformando in guardoni di altre vite, invece di padroni del nostro".

~ 2

La prossima volta che qualcuno sosterrà il "porno etico", chiedigli di spiegare cosa significa etico porno. Perché nell'industria del porno, l'unica differenza tra porno etico e pornografia hardcore è che i consumatori pagano. Questo lo rende "etico". Nell'esempio di ManyVids, secondo il loro account Twitter, il loro desiderio è quello di trasformare l'industria per adulti in un rifugio sicuro che promuova la positività del sesso e il trattamento equo degli animatori adulti. Rompere questo - cos'è un "rifugio sicuro"? Cos'è un "trattamento equo"? I loro titoli video rendono abbastanza chiaro che non esiste un rifugio sicuro o un trattamento equo a meno che non lo definisca in termini di guadagno monetario.

È importante sapere che siti come ManyVids sono altrettanto utili e abusivi di qualsiasi altro sito porno hardcore. Mentre possono incoraggiare i creatori di porn home a caricare i propri contenuti, "etici" significa che le persone pagano per il porno. "Rifugio sicuro" o "trattamento equo" non ha altro significato se non il rimborso monetario per i creatori e il profitto per il proprietario del sito web.

E sarebbe impossibile discutere il concetto di etica in relazione al porno senza un'altra domanda. La domanda di porno nel suo insieme contribuisce alla domanda di traffico sessuale in tutto il mondo? Gennaio è Mese di sensibilizzazione sulla tratta di esseri umani. Secondo Stop alla domanda di traffico, molti artisti professionisti della pornografia sono vittime di traffico sessuale. Si trovano in un ambiente ostile di sfruttamento sessuale, lavoro forzato e abuso fisico. Le vittime della tratta di esseri umani sono costrette a produrre materiale pornografico; e il porno è usato come strumento per addestrare le vittime. Inoltre, il porno aumenta la domanda - gli utenti spesso cercano di recitare ciò che hanno visto.

È irresponsabile affermare che il porno "etico" si neutralizza o è esente dal contribuire alla domanda di esseri umani vittime della tratta.

~ 3

La positività sessuale è un termine che essenzialmente significa "non schifo dello yum di qualcun altro ... mai". È un approccio "senza vergogna" che dice che fintanto che è consensuale e piacevole, va bene. Sembra del tutto ragionevole, ma alla fine questo termine è raramente criticato. Considera come l'industria del porno ha normalizzato i feticci, il sesso violento, l'abuso, il degrado, ecc. Mettere in discussione qualsiasi cosa sul porno viene spesso liquidata come negativa per il sesso. Ciò nonostante i livelli di abuso, trauma e sfruttamento alimentati dall'industria.

Quando il "sex-positive" è bandito, raramente c'è margine di critica su come la cultura del porno abbia indottrinato le persone. Crea pressioni per esibirsi. Le donne spesso sentono di dover dire "sì" perché sono state condizionate ad accettare contenuti offensivi.

Forse potremmo impegnarci in una conversazione sulla differenza tra il positivo sessuale e un approccio positivo alla salute e al benessere sessuale. Facendolo a pezzi, questi sono due quadri che hanno finito per significare cose molto diverse.

"Il porno è ora così profondamente radicato nella nostra cultura che è diventato sinonimo di sesso a tal punto che criticare il porno significa essere schiaffeggiati con l'etichetta anti-sesso. ... Ma cosa succede se sei una femminista che è pro-sesso nel vero senso della parola, pro quella forza meravigliosa, divertente e deliziosamente creativa che inonda il corpo di gioia e piacere, e ciò a cui sei effettivamente contrario è il sesso porno? Un tipo di sesso degradato, disumanizzato, stereotipato e generico, un tipo di sesso non basato sulla fantasia, sul gioco o sull'immaginazione individuale, ma che è il risultato di un prodotto industriale creato da coloro che si eccitano non dal contatto fisico ma dalla penetrazione del mercato e dai profitti? Dove ti trovi, quindi, nella dicotomia pro-sesso e anti-sesso quando pro-porno è uguale a pro-sesso?"

~ Dr. Gail Dines, Pornland: Come il porno ha dirottato la nostra sessualità

~ 4

Anche se il porno femminista non faceva parte della domanda, è destinato a entrare in conversazioni e quindi vale la pena aggiungerlo. "Feminist * porn" è presumibilmente ugualmente equilibrato e creato dalle donne per le donne. È necessaria una comprensione più ampia della differenza tra femminismo radicale e femminismo liberale *. Puoi capire questo meglio guardando la conferenza di Dr. Gail Dines Neo-liberalismo e dissolvenza del femminismo. In termini più semplici, il femminismo radicale combatte contro l'oppressione di tutte le donne. Sostiene che vedere le donne come oggetti sessuali è disumanizzante e respinge il loro valore come esseri umani. Il femminismo liberale sostiene che "finché sono a posto con la mia scelta, non ha importanza per gli altri, perché le mie scelte sono" empowering "e quindi, sono una femminista".

Fare "porno femminista"

Molte delle pratiche industriali impiegate dai produttori "femministi" adottano pratiche molto simili a quelle dell'industria tradizionale. Hanno gli stessi motivi di profitto. Joanna Angel, una femminista femminista auto-descritta, è stata riportato come detto "potresti fare un porno in cui una ragazza viene soffocata, colpita e sputata, il tipo la chiama una troia sporca e roba del genere. . . può ancora essere femminista finché tutti hanno il controllo su ciò che stanno facendo. "

Consumare "porno femminista"

Quindi c'è la domanda su chi vuole il porno femminista? Neuroscienziato, ricercatore e autore di A Billion Wicked Thoughts, Ogi Ogas, fa questo argomento. “Ciò che è affascinante è che le donne spesso promuovono l'idea del porno femminista e vogliono socialmente crederci. Gli attivisti sostengono che deve esserci qualcosa di più, le donne lo sostengono in pubblico e vedo che le donne iniziano sempre siti web erotici. Ma quando si tratta di questo, non è quello che sono interessati a guardare." Questo la citazione proviene da un articolo che presenta l'argomento alternativo e di supporto dei produttori femministi - nel qual caso, fare riferimento al punto 1 sopra. E strettamente correlato al tipo di porno che le donne guardano, è così importante da capire come Pornhub sottovaluta i dati per dedurre che le donne stiano in qualche modo "guidando" la richiesta di atti sessuali brutali.

"Il porno femminista" non impedirà a nessuno di guardare il porno hardcore. Il cervello ha la tendenza a volere di più. Innumerevoli persone hanno riferito di aver iniziato con immagini benigne. La loro curiosità è poi aumentata e hanno cercato di più. Questo è diventato normalizzato e sono stati condizionati a contenuti più difficili. Col passare del tempo sono finiti con l'essere attaccati a contenuti estremi, feticizzati ea volte illegali. Sì, ci sono quelli che non vogliono di più, ma la traiettoria di desiderare il porno più duro e più estremo è fin troppo comune. I cambiamenti del cervello che derivano dal bingeing sul porno nel corso del tempo significano che un utente può apprezzarlo di meno ma desidera ardentemente di più.

Una vera soluzione?

Sembra che il porno femminista sia l'argomento del "go to" quando nessuno vuole davvero parlare di quanto sia degradante il porno mainstream, anche se il porno violento e indiscusso costituisce la stragrande maggioranza di ciò che è disponibile. L'idea è che in qualche modo, se fossero disponibili più porno femministe, le persone cercheranno e pagheranno diligentemente "roba buona" piuttosto che tutte quelle "cose ​​cattive" gratuite.

La domanda che sorge è quanto "pornografia femminista" ci vorrà per contrastare il "porno hardcore"? Dove finisce la linea con uno, prima che si nutra nell'altro come un ciclo infinito di sfruttamento guidato dall'industria? Usare solo il porno femminista è un argomento fallace.

~ 5

E infine, anche se può essere una sorpresa, uomini millenari che NON si divertono a fare il porno ESISTE. Citano ragioni come "Sono solo più interessato alle persone che ai pixel". Immaginalo! Connessioni umane autentiche senza affidarsi all'esperienza di qualcun altro per eccitarsi. Ora questa è una conversazione che vale la pena avere.

Sì, la gente guarda il porno e giustifica il suo uso pornografico, e rende 1000s di argomenti diversi sul motivo per cui va tutto bene. Alcune persone sostengono che se indichiamo l'ovvio, allora stiamo lagnando l'uso del porno della gente. Sono semplicemente ignoranti dei rischi per la salute mentale e mentale o sono semplicemente in diniego? D'altro canto, quanta umiliazione possono sopportare le donne a spese di un orgasmo? "È personale" è ora un problema di salute pubblica che ha un impatto negativo su milioni. E sono sproporzionatamente donne e bambini. Questo fatto da solo è tutto il motivo per cui dobbiamo rifiutarci di accettare "porno come norma". Perché non educare a creare una rivoluzione culturale che valorizzi le donne da pari, mette al primo posto la sicurezza e il benessere dei bambini e rende il porno uncool?

Le parole di Robert Jensen fornire un avvertimento eery:

"La pornografia è come appare la fine del mondo."

La ricerca mostra che giovani donne che consumano pornografia avere una probabilità significativamente maggiore di essere vittime di molestie sessuali o di violenza sessuale, e su 80% di giovani uomini chi consuma il porno si impegna in uno o più comportamenti sessuali grossolani (pettinarsi, sculacciare, graffiare, mordere, schiavitù, pugni e doppia penetrazione). Se il porno rimane la voce dominante nel plasmare la nostra generazione più giovane, Jensen potrebbe dimostrarsi giusto. Continua le conversazioni finché non vediamo il cambiamento.

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo