Ricerca pubblicata

Questa pagina di risorse fornisce un elenco dei principali documenti di ricerca e libri a cui ci riferiamo in questo sito. I documenti di ricerca sono tutti pubblicati su riviste peer-reviewed, rendendoli fonti affidabili di informazioni.

Le carte sono elencate in ordine alfabetico dal cognome dell'autore principale. Abbiamo incluso abstract originali o riassunti di documenti, oltre a suggerimenti su come ottenere l'intera carta.

Se desideri ulteriore aiuto per ottenere accesso alla ricerca, consulta la nostra guida Accedere alla ricerca.

Ahn HM, Chung HJ e Kim SH. Reazione al cervello alterata agli spunti di gioco dopo l'esperienza di gioco in Cyberpsychology, Behaviour e Social Networking, 2015 ago; 18 (8): 474-9. doi: 10.1089 / cyber.2015.0185.

astratto

Gli individui che giocano ai giochi su Internet mostrano eccessiva reattività cerebrale a spunti legati al gioco. Questo studio ha tentato di verificare se questa elevata reattività di cue osservata nei giocatori è il risultato di un'esposizione ripetuta ai giochi su Internet. Sono stati reclutati giovani adulti sani senza una storia di giochi Internet eccessivi, e sono stati incaricati di giocare a un gioco online su Internet per 2 ore / giorno per cinque giorni della settimana consecutivi. Sono stati usati due gruppi di controllo: il gruppo teatrale, che ha visto un dramma televisivo di fantasia, e il gruppo di non esposizione, che non ha ricevuto alcuna esposizione sistematica. Tutti i partecipanti hanno svolto un compito di reattività cue con giochi, drammi e segnali neutri nello scanner cerebrale, sia prima che dopo le sessioni di esposizione. Il gruppo di gioco ha mostrato una maggiore reattività ai segnali di gioco nella corteccia prefrontale ventrolaterale destra (VLPFC). Il grado di aumento dell'attivazione di VLPFC era correlato positivamente con l'aumento auto-segnalato del desiderio per il gioco. Il gruppo teatrale ha mostrato una maggiore reattività degli stimoli in risposta alla presentazione dei segnali drammatici nel caudato, nel cingolato posteriore e nel precuno. I risultati indicano che l'esposizione a giochi su Internet o a fiction TV eleva la reattività ai segnali visivi associati alla particolare esposizione. I modelli di elevazione esatti, tuttavia, sembrano differire a seconda del tipo di media sperimentato. Il modo in cui i cambiamenti in ciascuna delle regioni contribuiscono alla progressione verso il desiderio patologico giustifica un futuro studio longitudinale.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Baumeister RF e Tierney J. 2011 Forza di volontà: Riscoprire la forza più grande dell'uomo Penguin Press. Questo libro può essere acquistato qui.

Beyens I, Vandenbosch L e Eggermont S Esposizione dei giovani adolescenti ai rapporti di pornografia su Internet con il tempo puberale, la ricerca sensoriale e il rendimento accademico in Il diario della prima adolescenza, Novembre 2015 vol. 35 no. 8 1045-1068. (Salute)

astratto

La ricerca ha dimostrato che gli adolescenti usano regolarmente la pornografia su Internet. Questo studio di panel a due onde mirava a testare un modello integrativo nei primi ragazzi adolescenti (Mage = 14.10; N = 325) che (a) spiega la loro esposizione alla pornografia su Internet esaminando i rapporti con la tempistica e la ricerca della sensazione puberale, e (b) esplora le potenziali conseguenze della loro esposizione alla pornografia su Internet per il loro rendimento scolastico. Un modello di percorso integrativo indicava che la tempistica e la ricerca del senso puberale predicevano l'uso della pornografia su Internet. Ragazzi con uno stadio puberale avanzato e ragazzi ad alto tasso che cercano la pornografia su Internet più frequentemente usata. Inoltre, un aumento dell'uso della pornografia su Internet ha ridotto la performance scolastica dei ragazzi 6 mesi dopo. La discussione si concentra sulle conseguenze di questo modello integrativo per la futura ricerca sulla pornografia su Internet.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Ponti AJ, Wosnitzer R, Scharrer E, Sun C, Liberman R Aggressività e comportamento sessuale nei video pornografici più venduti: un aggiornamento dell'analisi dei contenuti in Violenza contro le donne. 2010 Oct; 16 (10): 1065-85. doi: 10.1177 / 1077801210382866. (Salute)
astratto

Questo studio attuale analizza il contenuto di video pornografici popolari, con l'obiettivo di aggiornare le rappresentazioni di aggressività, degrado e pratiche sessuali e di confrontare i risultati dello studio con precedenti studi di analisi del contenuto. I risultati indicano alti livelli di aggressività nella pornografia in entrambe le forme verbali e fisiche. Delle scene 304 analizzate, 88.2% conteneva aggressione fisica, principalmente sculacciata, bavaglio e schiaffo, mentre 48.7% di scene conteneva aggressioni verbali, principalmente chiamate al nome. Gli aggressori di aggressione erano di solito maschi, mentre i bersagli di aggressione erano per lo più femmine. Gli obiettivi più spesso hanno mostrato piacere o risposto in modo neutrale all'aggressione.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Cheng S, Ma J e Missari S Gli effetti dell'uso di Internet sulle prime relazioni romantiche e sessuali degli adolescenti a Taiwan in Sociologia internazionale Luglio 2014, vol. 29, no. 4, pp 324-347. doi: 10.1177 / 0268580914538084. (Salute)

astratto

L'uso di Internet e il networking digitale sono sempre più parte integrante della vita sociale degli adolescenti. Questo studio esamina le influenze dell'uso di Internet a Taiwan su due importanti comportamenti sociali adolescenziali: prima relazione romantica e debutto sessuale. Usando i dati del Taiwan Youth Project (TYP), 2000-2009, i risultati delle analisi della storia degli eventi suggeriscono che l'uso di Internet da parte degli adolescenti per scopi educativi riduce i tassi di avere una prima relazione romantica e un debutto sessuale nell'adolescenza, mentre l'uso di Internet per i social network, visitare gli internet cafè e navigare su siti web pornografici aumenta le tariffe. Vi sono differenze di genere negli effetti di queste attività su Internet nelle esperienze intime degli adolescenti. Le analisi logistiche dimostrano inoltre che le attività di Internet influenzano anche la probabilità che gli adolescenti abbiano un debutto sessuale prima di una prima relazione romantica. Le implicazioni di questi risultati sono discusse nella conclusione.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso. "> qui.

Dunkley, Victoria 2015 Reimposta il cervello del tuo bambino: un piano di quattro settimane per terminare Meltdowns, aumentare i voti e potenziare le abilità sociali invertendo gli effetti dello schermo elettronico Paperback. Nuova biblioteca mondiale ISBN-10: 1608682846

Un numero crescente di genitori si cimenta con i bambini che agiscono senza una ragione ovvia. Molti di questi bambini sono diagnosticati con ADHD, bipolare o disturbi dello spettro autistico. Vengono poi medicati con risultati spesso poveri e con effetti collaterali. Victoria Dunckley è specializzata nel lavorare con bambini e famiglie che non hanno risposto alle cure precedenti e ha aperto la strada a un nuovo programma. Nel suo lavoro con più di 500 bambini, adolescenti e giovani adulti con diagnosi di disturbi psichiatrici, la percentuale di 80 ha mostrato un netto miglioramento nel programma di quattro settimane presentato qui. Gli schermi interattivi, compresi videogiochi, laptop, telefoni cellulari e tablet, stimolano il sistema nervoso del bambino. Mentre nessuno nel mondo connesso di oggi può cancellare completamente gli stimoli elettronici, Dunckley mostra come i più vulnerabili tra noi possano e debbano essere risparmiati i loro effetti dannosi

Gouin JP, Carter S, Pournajafi-Nazarlooc H, Glaser R, Malarkey WB, Loving TJ, Stowell J e Kiecolt-Glaser JK Comportamento coniugale, ossitocina, vasopressina e guarigione delle ferite in Psychoneuroendocrinology. 2010 agosto; 35 (7): 1082-1090. doi: 10.1016 / j.psyneuen.2010.01.009. (Rapporti)

In breve

Gli studi sugli animali hanno implicato l'ossitocina e la vasopressina nel legame sociale, le risposte fisiologiche allo stress e la guarigione delle ferite. Negli esseri umani, i livelli di ossitocina e vasopressina endogena sono covari con la percezione della qualità della relazione, dei comportamenti coniugali e delle risposte fisiologiche allo stress. Per indagare le relazioni tra comportamento coniugale, ossitocina, vasopressina e cicatrizzazione delle ferite e per determinare le caratteristiche degli individui con i più alti livelli di neuropeptide, le coppie 37 sono state ammesse per una visita 24-ora in una unità di ricerca ospedaliera. Dopo che le piccole ferite della vescica sono state create sul loro avambraccio, le coppie hanno partecipato a un compito di interazione di sostegno sociale strutturato. I siti di blister sono stati monitorati giornalmente dopo la dimissione per valutare la velocità di riparazione della ferita. Sono stati raccolti campioni di sangue per analisi di ossitocina, vasopressina e citochine. Livelli più elevati di ossitocina erano associati a comportamenti comunicativi più positivi durante il compito di interazione strutturata. Inoltre, gli individui nel quartile superiore dell'ossitocina hanno guarito le ferite della vescica più velocemente dei partecipanti nei quartili dell'ossitocina inferiore. Livelli più elevati di vasopressina erano correlati a un minor numero di comportamenti di comunicazione negativi e ad una maggiore produzione di fattore di necrosi tumorale. Inoltre, le donne nel quartile superiore vasopressina guarirono le ferite sperimentali più velocemente del resto del campione. Questi dati confermano ed estendono le prove precedenti che implicano l'ossitocina e la vasopressina nei comportamenti comunicativi positivi e negativi delle coppie e forniscono anche ulteriori prove del loro ruolo in un importante risultato sulla salute, la guarigione delle ferite.

La carta completa è disponibile per il download gratuito qui.

Johnson PM e Kenny PJ Disfunzione della ricompensa legata alla dipendenza e consumo compulsivo nei ratti obesi: ruolo dei recettori D2 della dopamina in Nature Neuroscience. 2010 maggio; 13 (5): 635-641. Pubblicato online 2010 Mar 28. doi: 10.1038 / nn.2519

astratto

Abbiamo scoperto che lo sviluppo dell'obesità era accompagnato dall'emergere di un deficit di ricompensa del cervello progressivamente peggiorato. Cambiamenti simili nell'omeostasi della ricompensa indotta dalla cocaina o dall'eroina sono considerati un fattore critico nella transizione dall'assunzione di droga da casuale a compulsiva. Di conseguenza, abbiamo rilevato un comportamento di alimentazione compulsivo nei ratti obesi ma non magri, misurato come consumo alimentare accettabile che era resistente all'interruzione da uno stimolo condizionato avversivo. I recettori D2 della dopamina striatale (D2R) sono stati sottoposti a downregolazione nei ratti obesi, simili a precedenti segnalazioni di tossicodipendenti umani. Inoltre, il knockdown mediato da lentivirus del D2R striatale ha accelerato rapidamente lo sviluppo di deficit di ricompensa simili alla dipendenza e l'insorgenza di alimenti compulsivi come la ricerca nei ratti con accesso esteso a cibi appetitosi ad alto contenuto di grassi. Questi dati dimostrano che l'eccessivo consumo di cibo appetibile innesca reazioni neuro-adattative simili a dipendenza nei circuiti di ricompensa cerebrale e guida lo sviluppo del mangiare compulsivo. I meccanismi edonici comuni possono quindi essere alla base dell'obesità e della tossicodipendenza.

L'articolo è disponibile gratuitamente qui.

Johnson ZV e Young LJ Meccanismi neurobiologici di attaccamento sociale e accoppiamento di coppia nell'opinione corrente in Scienze comportamentali. 2015 Jun; 3: 38-44. doi: 10.1016 / j.cobeha.2015.01.009. (Rapporti)

astratto

Le specie hanno sviluppato diversi comportamenti sociali e strategie di accoppiamento in risposta a forze selettive nei loro ambienti. Mentre la promiscuità è la strategia di accoppiamento predominante nella maggior parte dei taxa vertebrati, l'evoluzione convergente dei sistemi di accoppiamento monogamo si è verificata più volte su lignaggi distanti. Si ritiene che il comportamento monogamico sia facilitato dalla capacità neurobiologica di formare e mantenere legami sociali selettivi, o di legare i legami, con un compagno di accoppiamento. I meccanismi neurali del comportamento di accoppiamento di coppia sono stati studiati più rigorosamente nei roditori di Microtine, che esibiscono diverse organizzazioni sociali. Questi studi hanno evidenziato percorsi mesolimbici della dopamina, neuropeptidi sociali (ossitocina e vasopressina) e altri sistemi neurali come fattori integrali nella formazione, mantenimento ed espressione dei legami di coppia.

Il documento completo è disponibile online gratuitamente qui.

Kastbom, AA, Sydsjö G, Bladh M, Priebe G e Svedin CG Il debutto sessuale prima dell'età di 14 porta a una salute psicosociale più povera e ad un comportamento rischioso in età avanzata in Acta Paediatrica, Volume 104, Numero 1, pagine 91-100, gennaio 2015. DOI: 10.1111 / apa.12803. (Salute)

astratto

Obiettivo. Questo studio ha esaminato la relazione tra il debutto sessuale prima degli anni 14 e i dati socio-demografici, l'esperienza sessuale, la salute, l'esperienza di abusi sui minori e il comportamento agli anni 18.
Metodi: un campione di anziani della scuola superiore svedese 3432 ha completato un sondaggio sulla sessualità, la salute e l'abuso all'età di 18.
Risultati: il debutto precoce era positivamente correlato a comportamenti a rischio, come il numero di partner, l'esperienza del sesso orale e anale, i comportamenti salutistici, come il fumo, l'uso di droghe e alcol e il comportamento antisociale, come essere violenti, mentire, rubare e scappando da casa. Le ragazze con un primo esordio sessuale hanno avuto un'esperienza significativamente maggiore di abuso sessuale. I ragazzi con un esordio sessuale precoce avevano più probabilità di avere un debole senso di coerenza, scarsa autostima e scarsa salute mentale, insieme all'esperienza di abusi sessuali, vendita di sesso e abuso fisico. Un modello di regressione logistica multipla ha mostrato che un numero di atti antisociali e comportamenti di salute sono rimasti significativi, ma il primo debutto sessuale non ha aumentato il rischio di sintomi psichiatrici, bassa autostima o basso senso di coerenza agli anni 18.
Conclusione: il debutto sessuale precoce è stato associato a comportamenti problematici durante l'adolescenza successiva, e questa vulnerabilità richiede l'attenzione di genitori e operatori sanitari.

Il testo completo di questo articolo è disponibile qui.

Ko CH, Liu TL, Wang PW, Chen CS, Yen CF e Yen JY L'esacerbazione della depressione, dell'ostilità e dell'ansia sociale nel corso della dipendenza da Internet tra gli adolescenti: uno studio prospettico in Psichiatria completa Volume 55, Numero 6, Pagine 1377-1384. Epub 2014 può 17. doi: 10.1016 / j.comppsych.2014.05.003. (Salute)

astratto

BACKGROUND: Nelle popolazioni adolescenti in tutto il mondo, la dipendenza da Internet è prevalente ed è spesso comorbida con depressione, ostilità e ansia sociale degli adolescenti. Questo studio mirava a valutare l'esacerbazione della depressione, dell'ostilità e dell'ansia sociale nel corso della dipendenza da Internet o dalla dipendenza da Internet tra gli adolescenti.
METODO: Questo studio ha reclutato adolescenti 2,293 in grado 7 per valutare la loro depressione, ostilità, ansia sociale e dipendenza da Internet. Le stesse valutazioni sono state ripetute un anno dopo. Il gruppo di incidenza è stato definito come soggetto classificato come non-dipendente nella prima valutazione e come dipendente nella seconda valutazione. Il gruppo di remissione è stato definito come soggetto classificato come dipendente nella prima valutazione e come non dipendente nella seconda valutazione.
RISULTATI: Il gruppo di incidenza mostrava maggiore depressione e ostilità più del gruppo di non-dipendenza e l'effetto della depressione era più forte tra le ragazze adolescenti. Inoltre, il gruppo di remissione mostrava diminuzione della depressione, ostilità e ansia sociale più del gruppo persistente di dipendenza.
CONCLUSIONI: Depressione e ostilità peggiorano nel processo di dipendenza da Internet tra gli adolescenti. Deve essere fornito l'intervento della dipendenza da Internet per prevenire il suo effetto negativo sulla salute mentale. Depressione, ostilità e ansia sociale sono diminuite nel processo di remissione. Ha suggerito che le conseguenze negative potrebbero essere invertite se la dipendenza da Internet potrebbe essere rimessa entro un breve periodo.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Kühn, S e Gallinat J Struttura cerebrale e connettività funzionale associate al consumo di pornografia: il cervello sul porno in JAMA Psichiatria. 2014; 71(7):827-834. doi:10.1001/jamapsychiatry.2014.93.

astratto

Importanza: dal momento che la pornografia è apparsa su Internet, l'accessibilità, l'accessibilità e l'anonimato del consumo di stimoli sessuali visivi sono aumentati e hanno attirato milioni di utenti. Partendo dal presupposto che il consumo di materiale pornografico abbia una somiglianza con il comportamento alla ricerca di ricompense, il comportamento alla ricerca di novità e il comportamento di dipendenza, abbiamo ipotizzato alterazioni della rete frontostrale in utenti frequenti.
Obiettivo: determinare se il consumo di pornografia frequente è associato alla rete frontostriatale.
Design, impostazione e partecipanti In uno studio condotto presso l'Istituto Max Planck per lo sviluppo umano a Berlino, in Germania, gli adulti maschi sani di 64 che coprivano una vasta gamma di consumo di materiale pornografico hanno riferito ore di consumo di materiale pornografico a settimana. Il consumo della pornografia era associato alla struttura neurale, all'attivazione correlata al compito e alla connettività funzionale a riposo.
Principali risultati e misure Il volume di materia grigia del cervello è stato misurato mediante morfometria basata su voxel e la connettività funzionale a riposo è stata misurata su scansioni di risonanza magnetica 3-T.
Risultati Abbiamo trovato un'associazione negativa significativa tra ore di pornografia segnalate alla settimana e volume di materia grigia nel caudato destro (P <.001, corretto per confronti multipli) nonché con attività funzionale durante un paradigma di cue-reattività sessuale nel putamen sinistro ( P <.001). La connettività funzionale del caudato destro alla corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra era associata negativamente alle ore di consumo della pornografia.
Conclusioni e rilevanza L'associazione negativa del consumo di pornografia auto-segnalato con il volume dello striato destro (caudato), attivazione dello striato sinistro (putamen) durante la reattività della cue e connettività funzionale inferiore del caudato destro alla corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra potrebbe riflettere il cambiamento neurale plasticità come conseguenza di un'intensa stimolazione del sistema di ricompensa, insieme a una modulazione top-down più bassa delle aree corticali prefrontali. In alternativa, potrebbe essere una precondizione che rende il consumo della pornografia più gratificante.

Questo articolo è disponibile gratuitamente qui.

Lambert NM, Negash S, Stillman TF, Olmstead SB e Fincham FD Un amore che non dura: il consumo della pornografia e l'impegno indebolito verso il proprio partner romantico in Journal of Social and Clinical Psychology: Vol. 31, No. 4, pp. 410-438, 2012. doi: 10.1521 / jscp.2012.31.4.410. (Salute)

astratto

Abbiamo esaminato se il consumo della pornografia influenzi le relazioni romantiche, con l'aspettativa che livelli più alti di consumo della pornografia corrispondessero a un impegno indebolito nelle relazioni romantiche per adulti giovani. Lo studio 1 (n = 367) ha rilevato che il consumo di pornografia superiore era correlato a un impegno inferiore e lo studio 2 (n = 34) ha replicato questo risultato utilizzando dati osservativi. I partecipanti allo studio 3 (n = 20) sono stati assegnati in modo casuale ad astenersi dal guardare la pornografia o ad un compito di autocontrollo. Coloro che hanno continuato a usare la pornografia hanno riportato livelli più bassi di impegno rispetto ai partecipanti al controllo. Nello studio 4 (n = 67), i partecipanti che consumano livelli più elevati di pornografia hanno flirtato di più con un partner extradyadico durante una chat online. Lo studio 5 (n = 240) ha rilevato che il consumo di materiale pornografico era positivamente correlato all'infedeltà e questa associazione era mediata dall'impegno. Nel complesso, è stato trovato un modello coerente di risultati utilizzando una varietà di approcci tra cui cross-sectional (Studio 1), osservazionale (Studio 2), sperimentale (Studio 3) e comportamentale (Studi 4 e 5).

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Levin ME, Lillis J e Hayes SC Quando la pornografia online mostra problemi tra i maschi universitari? Esaminando il ruolo moderatore dell'elusione esperienziale in Dipendenza sessuale e compulsività: il Journal of Treatment & Prevention. Volume 19, Numero 3, 2012, pagine 168-180, DOI: 10.1080 / 10720162.2012.657150. (Salute)

astratto

La visualizzazione di pornografia su Internet è comune tra i maschi in età universitaria, ma non è chiaro se e per chi tale visione sia problematica. Un potenziale processo che può spiegare se la visualizzazione è problematica è l'evitamento esperienziale: cercare di ridurre la forma, la frequenza o la sensibilità situazionale delle esperienze private anche quando ciò provoca danni comportamentali. L'attuale studio ha esaminato la relazione tra la visualizzazione della pornografia su Internet e l'evitamento esperienziale a una serie di problemi psicosociali (depressione, ansia, stress, funzionamento sociale e problemi legati alla visione) attraverso un sondaggio online cross-sectional condotto con un campione non clinico di 157 studenti universitari universitari. I risultati hanno indicato che la frequenza di visualizzazione era significativamente correlata a ciascuna variabile psicosociale, in modo tale che una maggiore visualizzazione fosse correlata a maggiori problemi. Inoltre, l'evitamento esperienziale ha moderato la relazione tra visualizzazione e due variabili psicosociali, in modo tale da visualizzare l'ansia e i problemi previsti relativi alla visione solo tra i partecipanti con livelli clinici di evitamento esperienziale. Questi risultati sono discussi nel contesto della ricerca sugli approcci di evitamento e trattamento esperienziale che hanno come obiettivo questo processo.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Love T, Laier C, Brand M, Hatch L e Hajela R Neuroscienze della dipendenza da pornografia in Internet: una revisione e un aggiornamento in Scienze comportamentali 2015, 5 (3), 388-433; doi: 10.3390 / bs5030388. (Salute)

astratto

Molti riconoscono che diversi comportamenti che potenzialmente influenzano il circuito di ricompensa nel cervello umano portano ad una perdita di controllo e ad altri sintomi di dipendenza in almeno alcuni individui. Per quanto riguarda la dipendenza da Internet, la ricerca neuroscientifica supporta l'ipotesi che i processi neurali sottostanti siano simili alla dipendenza da sostanze. L'American Psychiatric Association (APA) ha riconosciuto uno di questi comportamenti legati a Internet, i giochi su Internet, come una potenziale disordine di dipendenza che giustifichi ulteriori studi, nella revisione 2013 del loro manuale diagnostico e statistico. Altri comportamenti relativi a Internet, ad esempio l'uso della pornografia su Internet, non erano coperti. All'interno di questa recensione, diamo un riassunto dei concetti proposti alla dipendenza da dipendenza e forniamo una panoramica degli studi neuroscientifici sulla dipendenza da Internet e il disturbo da gioco su Internet. Inoltre, abbiamo esaminato la letteratura neuroscientifica disponibile sulla dipendenza dalla pornografia di Internet e collegare i risultati al modello di dipendenza. La revisione porta alla conclusione che la dipendenza dalla pornografia di Internet si inserisce nel quadro della dipendenza e condivide meccanismi di base simili con la dipendenza da sostanze. Insieme agli studi sulla dipendenza da Internet e il disturbo da gioco su Internet vediamo prove evidenti per considerare i comportamenti di dipendenza da Internet come dipendenza comportamentale. La ricerca futura deve affrontare se esistono o no differenze specifiche tra sostanza e dipendenza comportamentale.

Questo articolo è disponibile per intero gratuitamente qui.

Luster SS, Nelson LJ, Poulsen FO, Willoughby BJ Atteggiamenti e comportamenti sessuali adulti emergenti fa la timidezza? in Età adulta emergente. 2013 Sep 1; 1 (3): 185-95. (Casa)

astratto

Numerosi studi hanno dimostrato come la timidezza colpisce le persone nell'infanzia e nell'adolescenza; tuttavia, si sa poco degli effetti che la timidezza può avere nell'emergere nell'età adulta. Questo studio ha affrontato il modo in cui la timidezza può essere associata ad atteggiamenti e comportamenti sessuali di uomini e donne adulti emergenti. I partecipanti hanno incluso studenti 717 provenienti da quattro college in tutti gli Stati Uniti, che erano in gran parte donne (69%), europei americani (69%), celibi (100%) e vivono al di fuori della casa dei genitori (90%). I risultati hanno suggerito che la timidezza era positivamente associata agli atteggiamenti sessuali (riflettendo le opinioni più liberali) per gli uomini mentre la timidezza era associata negativamente agli atteggiamenti sessuali delle donne. La timidezza è stata associata positivamente ai comportamenti sessuali solitari della masturbazione e all'uso della pornografia per gli uomini. La timidezza è stata anche associata negativamente ai comportamenti sessuali relazionali (coitale e non coito) e al numero di partner a vita per le donne. Le implicazioni per questi risultati sono discusse.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Maddox AM, Rhoades GK, Markman HJ Visualizzazione di materiali sessualmente espliciti da soli o insieme: associazioni con qualità delle relazioni in Arch Sex Behav. 2011 Apr; 40(2):441–8.

astratto

Questo studio ha esaminato le associazioni tra la visualizzazione di materiale sessualmente esplicito (SEM) e il funzionamento delle relazioni in un campione casuale di persone non sposate 1291 nelle relazioni romantiche. Più uomini (76.8%) rispetto alle donne (31.6%) hanno riferito di aver visto SEM da soli, ma quasi la metà di uomini e donne hanno riferito di aver visto SEM con il proprio partner (44.8%). Sono state esaminate le misure di comunicazione, adeguamento delle relazioni, impegno, soddisfazione sessuale e infedeltà. Gli individui che non hanno mai visto SEM hanno riportato un rapporto qualità più elevato su tutti gli indici rispetto a quelli che hanno osservato SEM da soli. Coloro che hanno osservato SEM solo con i loro partner hanno riportato più dedizione e maggiore soddisfazione sessuale rispetto a coloro che hanno osservato SEM da soli. L'unica differenza tra coloro che non avevano mai visto SEM e quelli che la vedevano solo con i loro partner era che quelli che non l'avevano mai visto avevano tassi di infedeltà più bassi. Vengono discusse le implicazioni per la ricerca futura in questo settore, nonché per la terapia sessuale e la terapia di coppia.

La carta completa è disponibile per il download gratuito qui.

Negash S, Sheppard NV, Lambert NM e Fincham FD Negoziare ricompense successive per il piacere attuale: consumo di pornografia e sconto del ritardo in Journal of Sex Research, 2015 Aug 25: 1-12. [Epub ahead of print]. (Salute)

astratto

La pornografia su Internet è un'industria multimiliardaria che è diventata sempre più accessibile. Lo sconto del ritardo comporta la svalutazione di ricompense più grandi e successive a favore di ricompense più piccole e più immediate. La costante novità e il primato degli stimoli sessuali come ricompense naturali particolarmente forti rendono la pornografia su Internet un attivatore unico del sistema di ricompensa del cervello, con conseguenti implicazioni per i processi decisionali. Basandosi su studi teorici di psicologia evolutiva e neuroeconomia, due studi hanno testato l'ipotesi che il consumo di pornografia su Internet si riferisse a tassi più elevati di sconto del ritardo. Studio 1 ha usato un disegno longitudinale. I partecipanti hanno compilato un questionario sull'uso della pornografia e un'attività di attualizzazione del ritardo a Time 1 e poi di nuovo quattro settimane più tardi. I partecipanti che segnalano un uso più elevato della pornografia iniziale hanno dimostrato un più alto tasso di sconto sul ritardo al Tempo 2, controllando la riduzione del ritardo iniziale. Studia 2 testato per causalità con un progetto sperimentale. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale ad astenersi dal loro cibo preferito o dalla pornografia per tre settimane. I partecipanti che si sono astenuti dalla pornografia hanno dimostrato una riduzione dei ritardi rispetto ai partecipanti che si sono astenuti dal loro cibo preferito. La scoperta suggerisce che la pornografia su Internet è una ricompensa sessuale che contribuisce a ritardare lo sconto in modo diverso rispetto ad altri premi naturali. Le implicazioni teoriche e cliniche di questi studi sono evidenziate.

Questo oggetto potrebbe essere dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Ng JYS, Wong ML, Chan RKW, Sen P, Chio MTW e Koh D Differenze di genere nei fattori associati al rapporto anale tra adolescenti eterosessuali in Singapore in materia di educazione e prevenzione per l'AIDS, 2015, vol. 27, No. 4, pp. 373-385. doi: 10.1521 / aeap.2015.27.4.373. (Salute)

astratto

Utilizzando un sondaggio trasversale, abbiamo esaminato le differenze di genere nella prevalenza e nei fattori associati al sesso anale tra gli adolescenti che frequentano l'unica clinica STI pubblica a Singapore. I dati sono stati raccolti da 1035 adolescenti sessualmente attivi di età compresa tra 14 e 19 e analizzati utilizzando la regressione di Poisson. La prevalenza del rapporto anale era 28%, con un numero significativamente maggiore di femmine (32%) rispetto ai maschi (23%) che vi si erano mai impegnati. Nell'analisi multivariata, i fattori associati al rapporto anale per entrambi i sessi erano il sesso orale e il non uso della contraccezione all'ultimo sesso. Per i maschi, il rapporto anale era associato a una più giovane età di debutto sessuale e un maggiore controllo esterno percepito. Tra le femmine, è stato associato a punteggi più alti di ribellione e mancanza di fiducia per resistere alla pressione dei pari di impegnarsi nel sesso. L'uso costante del preservativo per il sesso anale era rispettivamente di 22% e 8% per maschi e femmine. I programmi di prevenzione della STI per gli adolescenti dovrebbero affrontare il sesso anale, essere specifici per genere e prendere in considerazione le caratteristiche individuali della personalità.

L'articolo completo è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? ? Per consigli sull'accesso.

Peters ST, Bowen MT, Bohrer K, McGregor IS e Neumann ID L'ossitocina inibisce il consumo di etanolo e il rilascio di dopamina indotto dall'etanolo nel nucleo accumbens in Biologia delle dipendenze. Articolo pubblicato per la prima volta online: 25 gennaio 2016, DOI: 10.1111 / adb.12362. (Rapporti)

astratto

L'alcol (EtOH) è una delle droghe ricreative più ampiamente abusate ed è probabilmente il più dannoso. Tuttavia, le attuali opzioni di trattamento per i disturbi legati all'uso di alcol hanno generalmente un'efficacia limitata e una scarsa assunzione nella comunità. In questo contesto, il neuropeptide ossitocina (OXT) è emerso come un'opzione di trattamento potenziale promettente per una serie di disturbi da uso di sostanze, incluso l'alcolismo. L'utilità di OXT nel ridurre il consumo e la brama di una vasta gamma di sostanze può risiedere nella sua capacità di modulare gli effetti neurochimici indotti dal farmaco all'interno della via mesolimbica della dopamina. Tuttavia, l'impatto di OXT sulle azioni di EtOH in questo percorso deve ancora essere esplorato. Qui, riveliamo che un'infusione acuta intracerebroventricolare (icv) di OXT (1 μg / 5 μl) ha attenuato l'auto-somministrazione volontaria di EtOH (20 percent) dopo l'accesso intermittente cronico a EtOH per i giorni 59 (sessioni di bere 28) in ratti Wistar maschi. Successivamente, abbiamo dimostrato che un'iniezione intraperitoneale (ip) acuta di EtOH (1.5 g / kg, 15 percento w / v) aumentava il rilascio di dopamina all'interno del nucleo accumbens in entrambi i ratti e nei ratti naït di EtOH che avevano ricevuto iniezioni di ip giornaliera di 10 di EtOH . Icv OXT ha completamente bloccato il rilascio di dopamina indotto da EtOH in ratti sia EtOH che cronici trattati in modo cronico. L'attenuazione del rilascio di dopamina indotta da EtOH da OXT può aiutare a spiegare l'autosomministrazione di EtOH ridotta osservata dopo infusione di icv OXT.

Vedi il documento completo qui. Questo oggetto potrebbe essere dietro un paywall. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Pizzol, D., Bertoldo, A., & Foresta, C. Adolescenti e porno web: una nuova era della sessualità in International Journal of Adolescent Medicine and Health Ago 7 2015. pii: /j/ijamh.ahead-of-print/ijamh-2015-0003/ijamh-2015-0003.xml. doi: 10.1515 / ijamh-2015-0003. (Salute)

astratto

SFONDO: La pornografia può influenzare lo stile di vita degli adolescenti, specialmente in termini di abitudini sessuali e consumo di pornografia, e può avere un'influenza significativa sui loro atteggiamenti e comportamenti sessuali.
OBIETTIVO: Lo scopo di questo studio era di capire e analizzare la frequenza, la durata e la percezione dell'uso del web porn da parte dei giovani italiani che frequentavano la scuola superiore.
MATERIALI E METODI: Un totale di studenti 1,565 che frequentavano l'ultimo anno di scuola superiore sono stati coinvolti nello studio e 1,492 ha accettato di compilare un sondaggio anonimo. Le domande che rappresentano il contenuto di questo studio sono state: 1) Quanto spesso accedi al web? 2) Quanto tempo rimani connesso? 3) Ti connetti a siti pornografici? 4) Con che frequenza accedi a siti pornografici? 5) Quanto tempo dedichi a loro? 6) Quanto spesso ti masturbi? e 7) Come giudichi la presenza di questi siti? L'analisi statistica è stata eseguita dal test di Fischer.
RISULTATI: Tutti i giovani, su base quasi giornaliera, hanno accesso a Internet. Tra gli intervistati, 1,163 (77.9%) degli utenti di Internet ammette il consumo di materiale pornografico, e di questi, 93 (8%) accede a siti pornografici ogni giorno, i ragazzi 686 (59%) che accedono a questi siti percepiscono il consumo di pornografia come sempre stimolante, 255 (21.9%) lo definisce come abituale, 116 (10%) segnala che riduce l'interesse sessuale verso potenziali partner nella vita reale, e il rimanente 106 (9.1%) segnala una sorta di dipendenza. Inoltre, il 19% dei consumatori di materiale pornografico in generale segnala una risposta sessuale anormale, mentre la percentuale sale al 25.1% tra i consumatori regolari.
CONCLUSIONI: è necessario educare gli utenti Web, in particolare i giovani utenti, a un uso sicuro e responsabile di Internet e dei suoi contenuti. Inoltre, le campagne di educazione pubblica dovrebbero essere aumentate in numero e frequenza per aiutare a migliorare la conoscenza delle questioni sessuali legate a Internet sia dagli adolescenti che dai genitori.

L'articolo completo è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? Per consigli sull'accesso.

Postino N e Postino A (Introduzione) Divertirsi alla morte: discorso pubblico nell'età dello spettacolo Brossura, 20th Anniversary Edition, 208 pages 2005 di Penguin Books (prima pubblicazione 1985). ISBN 014303653X (ISBN13: 9780143036531) (Leaning)

Originariamente pubblicato su 1985, la polemica rivoluzionaria di Neil Postman sugli effetti corrosivi della televisione sulla nostra politica e sul nostro discorso pubblico è stata salutata come un libro del ventunesimo secolo pubblicato nel XX secolo. Ora, con la televisione unita a media elettronici più sofisticati, da Internet ai telefoni cellulari ai DVD, ha assunto un significato ancora più grande. Divertirsi alla morte è uno sguardo profetico su ciò che accade quando la politica, il giornalismo, l'educazione e persino la religione diventano soggetti alle esigenze dell'intrattenimento. È anche un progetto per riconquistare il controllo dei nostri media, in modo che possano servire i nostri più alti obiettivi.

Pratt R. e Fernandes C In che modo la pornografia può distorcere la valutazione del rischio di bambini e adolescenti che si danno sessualmente in Bambini Australia, Volume 40 Problema 03, settembre 2015, pp 232-241. DOI: 10.1017 / cha.2015.28. (Salute)

astratto

Negli ultimi trent'anni, un "dato" accettato di valutazione e trattamento dei comportamenti sessualmente adolescenti abusivi è stato il fatto che più gravi sono gli atti sessuali commessi, più radicati i comportamenti di quell'adolescente, con una probabile progressione da assalti minori fino a atti più gravi e intrusivi. Assumiamo che i giovani coinvolti nel comportamento sessualmente offensivo possano essere stati entrambi desensibilizzati al danno che stanno causando, mentre devono impegnarsi in reati più gravi per ottenere il livello di eccitazione originariamente raggiunto attraverso atti minori. Questa concettualizzazione suggerisce una relazione alquanto causale tra la durata del comportamento sessualmente abusivo; la gravità del comportamento e la durata del trattamento richiesto per gestire e trattare il problema.
Il consumo di materiale pornografico ha potenzialmente un impatto sulla valutazione e il trattamento dei giovani che hanno subito danni sessuali? Esiste una relazione tra la gravità e il trinceramento degli atti sessualmente aggressivi commessi, o ha visto la pornografia e rievocare ciò che è stato visto alterato da questa relazione? Questo articolo esplora alcuni di questi temi e domande.

L'articolo completo è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Reid RC, Davtian M, Lenartowicz A, Torrevillas RM, Fong TW Prospettive sulla valutazione e il trattamento dell'adulto ADHD negli uomini ipersessuali in Neuropsichiatria. 2013 Jun 1; 3 (3): 295-308. (Casa)

astratto

Questo articolo esamina l'attuale corpo di ricerca sull'ADHD dell'adulto e sul comportamento ipersessuale. Attingendo a prospettive dal campo della psicologia e della neuroscienza, vengono proposti diversi suggerimenti per spiegare perché le persone con ADHD possono essere vulnerabili ad assumere comportamenti ipersessuali. Le linee guida per la valutazione sono fornite per aiutare i clinici a differenziare le caratteristiche dell'ipersessualità dall'ADHD dell'adulto. Infine, sono state formulate raccomandazioni per il trattamento dell'ADHD negli adulti in pazienti ipersessuali.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Shayer, M., Ginsburg, D. e Coe, R, Trent'anni dopo: un grande effetto anti-Flynn? Le norme del test Piagetiano Volume & Pesante 1975-2003. British Journal of Educational Psychology, 2007, 77: 25-41. doi: 10.1348 / 000709906X96987

astratto

Sfondo. Volume e pesantezza era uno dei tre test Piagetian utilizzati nel sondaggio CSMS in 1975 / 76. Tuttavia, a differenza dei test psicometrici che mostrano l'effetto Flynn - cioè con gli studenti che mostrano miglioramenti costanti di anno in anno che richiedono test per essere standardizzati - è emerso che le prestazioni degli studenti di Y7 sono peggiorate di recente.
Obiettivi. Un campione di scuole sufficientemente ampio e rappresentativo è stato scelto in modo che l'ipotesi di peggioramento delle prestazioni potesse essere testata e valutata quantitativamente.
Campione. Sessantanove gruppi scolastici Y7 contenenti i dati degli alunni sul test Volume & Heaviness e il test MidYIS del CEM Center dell'Università di Durham sono stati individuati dando un campione di studenti 10, 023 che coprono gli anni 2000 a 2003.
Metodo. La regressione della scuola degli studenti significa su Volume e pesantezza sul punteggio medio standardizzato MidYIS 1999 delle scuole e il calcolo della regressione su MidYS = 100 consente il confronto con quello trovato in 1976.
Risultati. I cali medi nei punteggi da 1976 a 2003 erano ragazzi = 1.13 e ragazze = livelli di 0.6. Un differenziale di deviazioni standard di 0.50 a favore dei ragazzi in 1976 era completamente scomparso entro l'anno 2002. Tra 1976 e 2003 la dimensione dell'effetto del calo nelle prestazioni dei ragazzi era la deviazione standard 1.04 e per le ragazze erano le deviazioni standard 0.55.
Conclusione. L'idea che i bambini che lasciano la scuola elementare diventino sempre più intelligenti e competenti - se è vista in termini dell'effetto Flynn, o in termini di statistiche governative sulla performance in Key Stage 2 SATS in matematica e scienze - è messa in discussione da questi risultati.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Singleton O, Hölzel BK, Vangel M, Brach N, Carmody J e Lazar SW. Il cambiamento nella concentrazione della materia grigia del tronco cerebrale a seguito di un intervento basato sulla consapevolezza è correlato al miglioramento del benessere psicologico in Frontiers of Human Neuroscience, 2014 Feb 18; 8: 33. doi: 10.3389 / fnhum.2014.00033. (Smettere di porno)

astratto

Gli individui possono migliorare i loro livelli di benessere psicologico (PWB) attraverso l'utilizzo di interventi psicologici, inclusa la pratica della meditazione di consapevolezza, che è definita come la consapevolezza non giudicante delle esperienze nel momento presente. Recentemente abbiamo riferito che un corso 8-settimana-mindfulness-based reduction reduction (MBSR) porta ad un aumento della concentrazione di materia grigia in diverse aree del cervello, come rilevato con la morfometria a base di voxel di magnetizzazione preparata rapida acquisizione echo MRI scansioni, tra cui il ponte / raphe / locus coeruleus area del tronco cerebrale. Dato il ruolo del ponte e del rafe nell'umore e nell'eccitazione, abbiamo ipotizzato che i cambiamenti in questa regione potrebbero essere alla base dei cambiamenti nel benessere. Un sottogruppo di individui sani 14 da un set di dati precedentemente pubblicato ha completato la risonanza magnetica anatomica e ha compilato la scala PWB prima e dopo la partecipazione a MBSR. Il cambiamento di PWB è stato utilizzato come regressore predittivo per i cambiamenti nella densità della sostanza grigia all'interno di quelle regioni del cervello che avevano precedentemente mostrato cambiamenti pre-post-MBSR. I risultati hanno mostrato che i punteggi su cinque sottoscala PWB e il punteggio totale PWB sono aumentati significativamente rispetto al corso MBSR. Il cambiamento era positivamente correlato con l'aumento della concentrazione della materia grigia in due gruppi simmetrici bilaterali nel tronco cerebrale. Questi cluster sembravano contenere l'area del tegmentum pontino, il locus coeruleus, il nucleo raphe pontis e il nucleo trigeminale sensoriale. Nessun cluster era correlato negativamente al cambio di PWB. Questo studio preliminare suggerisce un correlato neurale del PWB avanzato. Le aree del cervello identificate comprendono i siti di sintesi e rilascio dei neurotrasmettitori, della norepinefrina e della serotonina, che sono coinvolti nella modulazione dell'eccitazione e dell'umore e sono stati correlati a una varietà di funzioni affettive nonché a disfunzioni cliniche associate.

Il testo completo di questo articolo è disponibile qui.

Stewart DN, Szymanski DM I rapporti delle giovani donne adulte della loro pornografia del partner romantico maschile usano come correlazione della loro autostima, della loro qualità relazionale e della loro soddisfazione sessuale in Ruoli sessuali. 2012 può 6; 67 (5-6): 257-71. (Casa)

astratto

La pornografia è sia prevalente che normativa in molte culture in tutto il mondo, inclusa la cultura degli Stati Uniti; tuttavia, si sa poco degli effetti psicologici e relazionali che può avere sulle giovani donne adulte coinvolte nelle relazioni eterosessuali in cui i loro partner maschi vedono la pornografia. Lo scopo di questo studio era di esaminare le relazioni tra l'uso della pornografia maschile, sia la frequenza che l'uso problematico, sul benessere psicologico e relazionale della loro partner eterosessuale femminile tra le donne del college adulto 308. Inoltre, vengono fornite le proprietà psicometriche per la scala di utilizzo della pornografia del partner percepito. I partecipanti sono stati reclutati in una grande università pubblica meridionale negli Stati Uniti e hanno completato un sondaggio online. I risultati hanno rivelato che i rapporti delle donne sulla frequenza di utilizzo della pornografia da parte del partner maschile erano associati negativamente alla qualità della loro relazione. Altre percezioni sull'uso problematico della pornografia erano negativamente correlate all'autostima, alla qualità della relazione e alla soddisfazione sessuale. Inoltre, l'autostima ha parzialmente mediato la relazione tra le percezioni dell'uso problematico della pornografia del partner e la qualità della relazione. Infine, i risultati hanno rivelato che la lunghezza della relazione ha moderato la relazione tra le percezioni dell'uso problematico della pornografia del partner e la soddisfazione sessuale, con una significativa insoddisfazione associata a una più lunga durata della relazione.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Sun C, Ponti A, Johnason J ed Ezzell M Pornografia e Script sessuali maschili: un'analisi del consumo e delle relazioni sessuali in Archivi del comportamento sessuale Prima online: 03 dicembre 2014, pp 1-12. (Salute)

astratto

La pornografia è diventata una fonte primaria di educazione sessuale. Allo stesso tempo, la pornografia commerciale mainstream si è coalizzata attorno a una sceneggiatura relativamente omogenea che coinvolge violenza e degrado femminile. Tuttavia, è stato fatto poco lavoro nell'esplorare le associazioni tra pornografia e incontri sessuali diadici: quale ruolo gioca la pornografia all'interno degli incontri sessuali del mondo reale tra un uomo e una donna? La teoria degli script cognitivi sostiene che gli script multimediali creano un modello euristico facilmente accessibile per il processo decisionale. Più un utente guarda un particolare copione dei media, più integrati quei codici di comportamento diventano nella loro visione del mondo e più è probabile che usino quegli script per agire su esperienze di vita reale. Discutiamo che la pornografia crea una sceneggiatura sessuale che guida le esperienze sessuali. Per testare questo, abbiamo intervistato gli uomini del college 487 (età 18-29) negli Stati Uniti per confrontare il loro tasso di utilizzo della pornografia con le preferenze e le preoccupazioni sessuali. I risultati hanno mostrato che più la pornografia è sorvegliata da un uomo, più è probabile che lo usi durante il sesso, richiede particolari atti sessuali pornografici del suo partner, evoca intenzionalmente immagini di pornografia durante il sesso per mantenere l'eccitazione e ha preoccupazioni per la sua prestazione sessuale e il suo corpo Immagine. Inoltre, l'uso della pornografia superiore era associato negativamente al godimento di comportamenti sessualmente intimi con un partner. Concludiamo che la pornografia fornisce un potente modello euristico implicito nelle aspettative e nei comportamenti degli uomini durante gli incontri sessuali.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Sun C, Miezan E, Lee NY e Shim JW Uso della pornografia maschile coreana, loro interesse per la pornografia estrema e rapporti sessuali diadici in International Journal of Sexual Health, Volume 27, Numero 1, 2015 pagine 16-35. DOI: 10.1080 / 19317611.2014.927048 Pubblicato online: 20 Nov 2014. (Salute)

astratto

Obiettivi: lo scopo dello studio era di valutare le connessioni tra l'uso della pornografia (sia la frequenza e l'interesse nella pornografia estrema) che i rapporti sessuali diadici. Metodi: Seicento ottantacinque studenti universitari maschi coreani eterosessuali hanno partecipato a un sondaggio online. Risultati: la maggioranza (84.5%) degli intervistati ha visto la pornografia e per coloro che erano sessualmente attivi (intervistati 470), abbiamo riscontrato che l'interesse per il degrado o la pornografia estrema era associato all'esperienza di scene sessuali di ruolo dalla pornografia con un partner e una preferenza per l'uso della pornografia per raggiungere e mantenere l'eccitazione sessuale rispetto al sesso con un partner. Conclusioni: i risultati sono stati coerenti ma con differenze rispetto a uno studio statunitense con la stessa metodologia, suggerendo che si dovrebbe prestare attenzione alle differenze culturali.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Sutton KS, Stratton N, Pytyck J, Kolla NJ, Cantor JM Caratteristiche del paziente per tipo di referto di ipersessualità: una revisione quantitativa del grafico dei casi consecutivi di 115 in J Sex Marital Ther. 2015 Dec;41(6):563–80. (Home)

astratto

L'ipersessualità rimane una lamentela dei pazienti sempre più comune ma mal compresa. Nonostante la diversità nelle presentazioni cliniche dei pazienti riferiti per ipersessualità, la letteratura ha mantenuto approcci terapeutici che si presumono applicabili all'intero fenomeno. Questo approccio si è dimostrato inefficace, nonostante la sua applicazione per diversi decenni. Il presente studio ha utilizzato metodi quantitativi per esaminare i dati demografici, la salute mentale e i correlati sessuologici dei sottotipi clinici comuni di riferimento di ipersessualità. I risultati supportano l'esistenza di sottotipi, ciascuno con distinti gruppi di caratteristiche. Gli ipersessuali parafilici riportavano un numero maggiore di partner sessuali, più abuso di sostanze, iniziazione ad attività sessuali in età precoce e novità come forza motrice del loro comportamento sessuale. I masturbatori evitanti riportano maggiori livelli di ansia, eiaculazione ritardata e uso del sesso come strategia di evitamento. Gli adulteri cronici riferivano di eiaculazione precoce e successiva insorgenza della pubertà. I pazienti designati erano meno propensi a segnalare problemi di abuso di sostanze, impiego o finanza. Sebbene quantitativo, questo articolo presenta comunque uno studio descrittivo in cui la tipologia sottostante è emersa dalle caratteristiche più salienti nella valutazione sessuologica di routine. Gli studi futuri potrebbero applicare tecniche statistiche puramente empiriche, come le analisi a grappolo, per accertare in quale misura emergono tipologie simili se esaminate prospetticamente.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Una critica di questo articolo è disponibile qui.

Svedin CG, Åkerman I e Priebe G Utenti abituali di pornografia. Uno studio epidemiologico basato sulla popolazione di adolescenti svedesi maschi in Journal of Adolescence, Volume 34, Numero 4, Agosto 2011, Pagine 779-788. doi: 10.1016 / j.adolescence.2010.04.010. (Salute)

astratto

L'uso frequente della pornografia non è stato sufficientemente studiato prima. In un sondaggio svedese hanno partecipato studenti di sesso maschile 2015 di età 18. Un gruppo di utenti abituali di pornografia (N = 200, 10.5%) sono stati studiati in relazione a background e correlati psicosociali. I frequentatori abituali avevano un atteggiamento più positivo nei confronti della pornografia, erano più spesso "accesi" guardando la pornografia e vedevano più spesso forme avanzate di pornografia. L'uso frequente era anche associato a molti comportamenti problema. Un'analisi di regressione logistica multipla ha mostrato che i frequentatori abituali di materiale pornografico avevano più probabilità di vivere in una grande città, consumando alcol più spesso, avendo un maggiore desiderio sessuale e più spesso vendendo sesso di altri ragazzi della stessa età.
Un'osservazione frequente della pornografia può essere vista come un comportamento problematico che richiede maggiore attenzione da parte di genitori e insegnanti e anche da affrontare nelle interviste cliniche.

L'articolo completo è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Valliant, GE Trionfi dell'esperienza: gli uomini dello studio Grant di Harvard. 2012 Harvard University Press. ISBN 9780674059825. (Rapporti)

Descrizione dell'editore del libro

In un momento in cui molte persone in tutto il mondo vivono nel loro decimo decennio, il più lungo studio longitudinale dello sviluppo umano mai intrapreso offre alcune notizie gradite per la nuova età: le nostre vite continuano ad evolversi negli anni successivi e spesso diventano più appaganti di prima.
Iniziato in 1938, lo studio Grant for Adult Development tracciava la salute fisica ed emotiva degli uomini 200, a cominciare dai loro giorni di laurea. L'ormai classico Adaptation to Life ha riportato sulla vita degli uomini fino all'età 55 e ci ha aiutato a capire la maturazione degli adulti. Ora George Vaillant segue gli uomini verso i novanta, documentando per la prima volta cosa significa prosperare ben oltre il pensionamento convenzionale.
Riferendo su tutti gli aspetti della vita maschile, inclusi i rapporti, la politica e la religione, le strategie di coping e l'uso di alcol (il suo abuso è di gran lunga il più grande distruttore di salute e felicità per i soggetti dello studio), Trionfi dell'esperienza condivide una serie di risultati sorprendenti. Ad esempio, le persone che fanno bene in età avanzata non hanno necessariamente fatto altrettanto bene nella mezza età e viceversa. Mentre lo studio conferma che il recupero da un'infanzia schifosa è possibile, i ricordi di un'infanzia felice sono una fonte di forza per tutta la vita. I matrimoni portano molta più soddisfazione dopo l'età 70, e l'invecchiamento fisico dopo 80 è determinato meno per ereditarietà che per abitudini formate prima dell'età 50. Il merito di invecchiare con grazia e vitalità, sembra, va più a noi stessi che al nostro trucco genetico stellare.

Voon V, Mole TB, Banca P, Porter L, Morris L, Mitchell S, et al. Correlazioni neurali della reattività dell'effetto sessuale negli individui con e senza comportamenti sessuali compulsivi in PIÙ UNO. : 2014 Jul 11; 9 (7): e102419. (Casa)

astratto

Sebbene il comportamento sessuale compulsivo (CSB) sia stato concepito come una dipendenza "comportamentale" e circuiti neuronali comuni o sovrapposti possano governare l'elaborazione di ricompense naturali e farmaci, poco si sa riguardo alle risposte a materiali sessualmente espliciti in individui con e senza CSB. Qui, l'elaborazione di segnali di vario contenuto sessuale è stata valutata in individui con e senza CSB, concentrandosi su regioni neurali identificate in studi precedenti sulla reattività del farmaco. I soggetti 19 CSB e i volontari sani 19 sono stati valutati utilizzando la risonanza magnetica funzionale confrontando video sessualmente espliciti con video eccitanti non sessuali. Sono state ottenute valutazioni del desiderio sessuale e del gradimento. Rispetto ai volontari sani, i soggetti CSB avevano un desiderio più grande, ma punteggi di gradimento simili in risposta ai video sessualmente espliciti. L'esposizione a stimoli sessualmente espliciti nel CSB rispetto ai soggetti non-CSB era associata all'attivazione del cingolo anteriore dorsale, dello striato ventrale e dell'amigdala. La connettività funzionale della rete dorsale anteriore cingolato-ventrale striato-amigdala era associata al desiderio sessuale soggettivo (ma non gradito) in misura maggiore nel CSB rispetto ai soggetti non-CSB. La dissociazione tra desiderio o desiderio e gradimento è coerente con le teorie della motivazione incentivante alla base del CSB come nelle tossicodipendenze. Differenze neurali nell'elaborazione della reattività con stimolo sessuale sono state identificate in soggetti CSB in regioni precedentemente coinvolte in studi di reattività per stimoli di droga. Il maggiore coinvolgimento del circuito limbico corticostriatale nel CSB dopo l'esposizione a segnali sessuali suggerisce meccanismi neuronali alla base del CSB e potenziali bersagli biologici per gli interventi.

La carta completa è disponibile per il download gratuito qui.

Weaver JB, Weaver SS, Mays D, Hopkins GL, Kannenberg W, McBride D Gli indicatori di salute mentale e fisica e i media sessualmente espliciti utilizzano il comportamento degli adulti in Journal of Sexual Medicine. 2011 Mar;8(3):764–72.

astratto

INTRODUZIONE: Le prove convergenti provenienti da contesti culturalmente diversi indicano che il comportamento di uso dei media sessualmente esplicito (SEMB, ovvero il consumo di materiale pornografico) è associato a percezioni e comportamenti nocivi per la salute sessuale, molti dei quali comportano elevati rischi di trasmissione dell'HIV / STD.
SCOPO: Essenzialmente inesplorato, e l'attenzione qui, sono potenziali relazioni tra indicatori SEMB e non sessuali di salute mentale e fisica.
MISURA PRINCIPALE DI RISULTATO: La variabilità in sei indicatori di salute misurati continuamente (sintomi depressivi, giorni ridotti di salute mentale e fisica, stato di salute, qualità della vita e indice di massa corporea) è stata esaminata su due livelli (utenti, non utilizzatori) di SEMB.
METODI: Un campione di 559 Seattle-Tacoma che utilizzava Internet per adulti è stato esaminato su 2006. I modelli lineari generali multivariati parametrizzati in un SEMB per genere di genere (2 × 2) sono stati calcolati incorporando aggiustamenti per diversi dati demografici.
RISULTATI: SEMB è stato segnalato da 36.7% (n = 205) del campione. La maggior parte degli utenti SEMB (78%) erano uomini. Dopo essersi adattati ai dati demografici, gli utenti SEMB, rispetto ai non utilizzatori, hanno riportato sintomi depressivi maggiori, una qualità della vita peggiore, giorni di salute mentale e fisica più bassi e uno stato di salute inferiore.
CONCLUSIONI: I risultati mostrano che gli indicatori di salute mentale e fisica variano in modo significativo tra i SEMB, suggerendo il valore dell'inclusione di questi fattori nelle ricerche future e negli sforzi programmatici. In particolare, i risultati suggeriscono che le strategie di promozione della salute sessuale basate sull'evidenza che affrontano simultaneamente il SEMB delle persone e le loro esigenze di salute mentale potrebbero essere un utile approccio per migliorare la salute mentale e affrontare i risultati prevenibili di salute sessuale associati al SEMB.

Questo oggetto è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Weber M, Quiring O e Daschmann G Peers, Genitori e pornografia: esplorazione dell'esposizione degli adolescenti al materiale sessualmente esplicito e ai suoi correlati evolutivi in Sessualità e cultura, Dicembre 2012, Volume 16, Numero 4, pp 408-427. (Salute)

astratto

Sulla base di un sondaggio online degli adolescenti 352 di età compresa tra 16 e 19, è stato studiato l'uso di video e film pornografici insieme al collegamento tra questo uso e gli indicatori dell'autonomia percepita degli adolescenti, delle influenze dei gruppi di pari e delle nozioni di sessualità. Abbiamo riscontrato che molti adolescenti usano regolarmente videoclip o film pornografici. Gli intervistati che si considerano meno indipendenti dal proprio ambiente, in particolare i loro genitori, usano più spesso la pornografia. Per le ragazze, questo vale anche se valutano l'uso all'interno del gruppo di pari come particolarmente esteso, e per i ragazzi, se discutono spesso di pornografia all'interno del loro gruppo di pari. Un alto livello di consumo di media sessualmente espliciti va di pari passo con l'assunzione che le persone hanno generalmente rapporti sessuali più precoci nella vita e che generalmente le persone preferiscono tecniche sessuali più varie.

L'articolo completo è dietro un paywall qui. Vedere Come posso accedere alla ricerca? per suggerimenti sull'accesso.

Wilson, Gary 2014 Your Brain On Porn: Internet Pornography e Emerging Science of Addiction, Pubblicazione Commonwealth ISBN 978-0-9931616-0-5

astratto

"Your Brain on Porn è scritto in un linguaggio semplice e chiaro, appropriato sia per esperti che per laici, ed è saldamente radicato nei principi della neuroscienza, della psicologia comportamentale e della teoria dell'evoluzione ... Come psicologo sperimentale, ho trascorso oltre quaranta anni a ricercare le basi della motivazione e posso confermare che l'analisi di Wilson si adatta molto bene a tutto ciò che ho trovato. "
Il professor Frederick Toates, Open University, autore di How Sexual Desire Works: The Enigmatic Urge.

Disponibile per l'acquisto dal editore.

Wright PJ, Sun C, Steffen NJ e Tokunaga RS Pornografia, alcool e dominazione sessuale maschile in Comunicazione Monografie Volume 82, Numero 2, 2015 pagine 252-270. Pubblicato online: 19 Nov 2014. DOI: 10.1080 / 03637751.2014.981558. (Salute)

astratto

Questo studio ha esaminato l'interesse e l'impegno degli uomini eterosessuali tedeschi in una varietà di comportamenti dominanti osservati nelle recenti analisi della pornografia. L'interesse per la visione di film pornografici popolari o il consumo più frequente di materiale pornografico è stato associato al desiderio degli uomini di impegnarsi o essersi già immischiati in comportamenti come strapparsi i capelli, sculacciare un partner abbastanza duro da lasciare un segno, eiaculazione facciale, confinamento, doppia penetrazione ( cioè penetrare l'ano o la vagina di un partner contemporaneamente con un altro uomo), dal culo alla bocca (cioè penetrando in modo anale un partner e poi inserendo il pene direttamente nella sua bocca), soffocamento del pene, schiaffi facciali, soffocamento e insulti (es. " slut "o" puttana "). Coerentemente con la ricerca sperimentale del passato sugli effetti dell'alcol e dell'esposizione alla pornografia sulla probabilità di coercizione sessuale degli uomini, gli uomini che si erano impegnati nei comportamenti più dominanti erano quelli che consumavano frequentemente la pornografia e consumavano regolarmente alcol prima o durante il rapporto sessuale.

Questo articolo è disponibile per la visualizzazione gratis qui.

Stampa Friendly, PDF e Email