riparazioni

RICERCA ULTIME!

adminaccount888 Ultime notizie

Leggi le ultime ricerche sulla pornografia dalla Conferenza internazionale sulle dipendenze comportamentali (ICBA) 2018. Questo documento peer-reviewed di The Reward Foundation contiene alcuni spunti affascinanti dalle ultime ricerche sul consumo di pornografia e sulla nostra comprensione della sessualità.

Nel 2018 il Team TRF ha partecipato a un'importante conferenza internazionale sia come relatori che come osservatori. Abbiamo riassunto la presentazione dei documenti in questo articolo: Articoli di ricerca su pornografia e sessualità alla 5th Conferenza internazionale sulle dipendenze comportamentali. Ora è stato pubblicato sulla rivista peer-reviewed "Sexual Addiction and Compulsivity".

È possibile utilizzare questa collegamento o questa prima per ottenere una copia dell'articolo pubblicato.

Astratto

La 5th Conferenza Internazionale sulle dipendenze comportamentali si è tenuta a Colonia, in Germania, ad aprile 23-25, 2018. Presentava una delle più grandi concentrazioni di carte sulla pornografia e la ricerca sessuale presentate in un'unica sede fino ad oggi. Diversi temi chiave sono emersi dalla conferenza. Le basi teoriche per lo sviluppo di studi pornografici e sessuali come componenti all'interno del panorama della ricerca sulla dipendenza comportamentale stanno iniziando a maturare. I componenti principali sono la teoria di I-PACE e lo sviluppo, la convalida e l'impiego negli studi sul campo di una serie di strumenti di valutazione in costante crescita, tra cui la scala d'uso della pornografia problematica, il questionario per la pornografia breve e l'inventario del comportamento ipersessuale. Il settore ha anche beneficiato di un discorso programmatico e di un dibattito formale pro / contro. L'altro dibattito principale riguardava l'imminente rilascio di ICD-11 da parte dell'Organizzazione mondiale della sanità e il modo in cui sarebbe stato gestito il Disturbo del comportamento sessuale compulsivo (CSBD). C'era una selezione di articoli che esaminavano il dibattito da una varietà di punti di vista teorici e pratici. La ricerca sul campo da parte della Polonia ha suggerito che ben oltre il 80% di persone in cerca di cure per la CSBD ha avuto un problema con l'uso della pornografia, piuttosto che problemi di recitazione con partner sessuali reali.

ICBA 2019

In 2019 Team TRF spero di ripeterlo producendo un rapporto su 6th Conferenza internazionale. Avrà luogo a Yokohama, in Giappone, dal 17 al 19 giugno. Gli organizzatori della conferenza hanno accettato due abstract, entrambi scritti in collaborazione da Darryl Mead e Mary Sharpe.

1 astratto

Titolo: Allineare il "Manifesto per una rete di ricerca europea sull'uso problematico di Internet " con le diverse esigenze delle comunità professionali e di consumatori interessate dall'uso problematico della pornografia

In che modo le nove "priorità di ricerca chiave per far progredire la comprensione delle PUI" definite dai principali ricercatori di tossicodipendenza comportamentale nel mondo Manifesto per una rete di ricerca europea sull'uso problematico di Internet (Fineberg et al 2018) sono in linea con le diverse esigenze delle diverse comunità professionali e di consumatori interessate dall'uso problematico della pornografia?

In parole povere, fa il Manifesto proporre di condurre ricerche che abbiano il potenziale per affrontare le questioni sollevate da terapisti, medici, consulenti e educatori sessuali sulle implicazioni sulla salute mentale e fisica di un uso problematico della pornografia? Affronterà le preoccupazioni delle comunità di recupero della pornografia online e dei membri dei programmi di step 12 come Sex Addicts Anonymous e Sex and Love Addicts Anonymous? Allo stesso modo, sosterrà il tipo di lavoro educativo che svolgiamo nelle scuole per aiutare a fornire ai giovani le conoscenze e le competenze di cui hanno bisogno per evitare il PUI in tutte le sue forme?

Questo documento attingerà al nostro impegno con i diversi gruppi di consumatori per suggerire alcuni approcci che potrebbero ulteriormente migliorare l'allineamento tra il Manifesto e le esigenze di questi gruppi per contribuire a ridurre gli effetti negativi del PUI dalla visualizzazione della pornografia.

2 astratto

Titolo: Le sfide per insegnare agli alunni scolastici sulla ricerca sulle dipendenze comportamentali

È fondamentale che la ricerca sulla dipendenza comportamentale raggiunga la fascia demografica più colpita da loro, ovvero bambini e adolescenti. L'uso compulsivo della pornografia su Internet è l'argomento più difficile da trattare. Ci sono tre principali sfide per insegnare questo: in primo luogo, gli insegnanti sono riluttanti ad insegnare un argomento così controverso che non sono stati addestrati ad insegnare. Questo può essere superato se le lezioni riguardano la neuroplasticità, la vulnerabilità del cervello dell'adolescente agli stimoli e alle dipendenze supernormali. Disintossicazione digitale, pratica di mindfulness e altre attività possono anche essere impartite per insegnare agli studenti l'autoregolamentazione.

Secondo, gli attivisti politici sessuali sono stati pronti a riempire il calendario limitato promuovendo lezioni sul consenso e il rispetto solo. Ignorano la ricerca sugli effetti neuroplastici del bingeing regolare, del sonno impoverito, degli impatti sulla funzione cognitiva e della memoria di lavoro dall'uso compulsivo dei dispositivi internet e del fatto che la metà dei bambini con comportamento sessuale compulsivo sono le vergini.

In terzo luogo, molti genitori credono che da soli dovrebbero insegnare ai loro figli sul sesso. Le scuole possono aiutare a educare i genitori direttamente e tramite gli alunni per contribuire a sensibilizzare l'opinione pubblica sui limiti dei dispositivi Internet. La Reward Foundation rivelerà come hanno affrontato queste sfide nella comunità.

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo