Sicurezza online

Sicurezza online

adminaccount888 Ultime notizie

Il governo del Regno Unito si è piegato alle pressioni dell'opinione pubblica per inserire la verifica dell'età per la pornografia nel disegno di legge sulla sicurezza online. Il progetto di legge è stato oggetto di molte critiche da parte della comunità per non aver protetto i bambini dai siti di pornografia commerciale.

Proteggere i bambini finalmente online!

Mentre l' annuncio includere le misure di verifica dell'età nella legge sulla sicurezza online è un progresso, non è solo una buona notizia. Sfortunatamente, ci vorrà almeno un anno, forse due anni, prima che la legge venga attuata. Nel frattempo, i bambini continueranno ad avere facile accesso alla pornografia hardcore online. L'effetto sulla loro salute mentale e fisica è considerevole. Il livello di abusi sessuali da bambino a bambino sta aumentando a un ritmo vertiginoso. Le scene di recitazione di strangolamento sessuale stanno diventando fin troppo comuni tra bambini e giovani.

"Trattamento illegale dei dati online dei minori"

C'è un'altra via legale attraverso la quale il governo potrebbe muoversi per proteggere effettivamente i bambini molto prima. Questo è tramite l'ufficio del Commissario per l'informazione. Il Commissario ha il dovere ai sensi del Data Protection Act 2018 di proteggere i bambini dai siti pornografici perché i siti Web raccolgono ed elaborano illegalmente i dati dei bambini. L'esperto di sicurezza online e segretario della Children's Charities' Coalition, John Carr OBE, ha esposto i dettagli di questa questione nel suo sito blog Desiderata sotto: "Il puzzle si approfondisce”. Speriamo che il nuovo incumbent dal mese scorso, John Edwards, sia disposto, a differenza del suo predecessore, ad agire effettivamente su questo.

Le preoccupazioni sulla privacy sono una falsa pista

Jim Killock dell'Open Rights Group si lamenta del fatto che questa misura di verifica della nuova età rischia di violare la privacy degli utenti e potrebbe causare una violazione dei dati. Questa è una falsa pista.

In primo luogo, la tecnologia di verifica dell'età proposta è altamente sofisticata. Viene utilizzato con successo per il gioco d'azzardo online e altre attività che richiedono limiti di età. Non ha comportato errori di dati per queste attività.

In secondo luogo, il loro unico compito è controllare il nome e l'età della persona i cui dettagli sono stati forniti.

Terzo, nessun database viene raccolto dalle società di verifica dell'età. Pertanto non vi è alcun rischio di violazione.

Ma ancora più importante, la stessa industria della pornografia raccoglie più informazioni sui privati ​​e sulle loro abitudini di visualizzazione rispetto a qualsiasi altra piattaforma online. Quindi vende tali informazioni agli inserzionisti e ad altri.

Come accennato in precedenza, la vera preoccupazione è che il Commissario per le informazioni finora non ha adempiuto al suo dovere legale di proteggere i bambini dalla raccolta illegale dei loro dati personali e dal trattamento da parte dell'industria della pornografia.

Ci auguriamo che questa anomalia venga rettificata in un futuro molto prossimo.

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo