Pornografia per la verifica dell'età Francia

Polonia

La Polonia sta compiendo progressi verso la verifica dell'età per la pornografia.

Nel dicembre 2019, il primo ministro Mateusz Morawiecki ha annunciato che il governo intendeva proporre una nuova legislazione sulla verifica dell'età. Il Primo Ministro ha segnalato che il governo interverrà per assicurarsi che i contenuti per adulti raggiungano solo gli adulti. Lui ha dichiarato, “Così come proteggiamo i bambini ei giovani dall'alcol, come li proteggiamo dalla droga, così dobbiamo anche verificare l'accesso ai contenuti, al materiale pornografico, con ogni rigore”.

Il Consiglio della famiglia è composto da 14 membri del parlamento, esperti di politica familiare e rappresentanti delle ONG. La missione del consiglio di famiglia è sostenere, avviare e promuovere azioni a beneficio delle famiglie tradizionali.

Come punto di partenza, la Polonia ha preso in carico le proposte preparate da un'organizzazione non governativa chiamata 'Your Cause Association'. La proposta dell'Associazione era di imporre ai distributori di materiale pornografico l'obbligo di implementare strumenti di verifica dell'età. In generale, la proposta di legge si è basata su presupposti simili a quelli precedentemente approvati dal Parlamento britannico, con alcune modifiche.

Il Primo Ministro ha nominato ilMinistro della famiglia e degli affari sociali a guidare la legislazione. Il ministro della famiglia e degli affari sociali ha nominato un gruppo di specialisti il ​​cui obiettivo era lavorare su vari modelli di verifica dell'età che garantissero il massimo livello di protezione della privacy.

Il gruppo ha terminato il suo lavoro nel settembre 2020. All'interno del governo della Polonia, il lavoro è ancora in corso. La data in cui la proposta di legge sarebbe passata al Parlamento è sconosciuta in questa fase. Il ritardo è molto legato alla gestione della pandemia di COVID-19, che è stata la priorità per il governo.

Stampa Friendly, PDF e Email