Pornografia per la verifica dell'età Francia

Svezia

La Svezia non ha leggi di verifica. Questa primavera il governo svedese ha pubblicato un rapporto su come il porno danneggia i bambini. È stato pubblicato dall'Ombudsman svedese per i bambini, ma è stato inconcludente e probabilmente non porterà a molto.

Unizon e altre ONG svedesi continuano a lavorare contro l'industria del sesso per proteggere i bambini dalla pornografia. Tuttavia, c'è una certa resistenza da parte di organizzazioni e politici influenti che sostengono che il porno è una questione personale, che i bambini capiscono ciò che vedono e non sono danneggiati dalla pornografia, e che i filtri e simili non funzioneranno. Tuttavia, la Svezia sta ora conducendo una discussione molto più ampia rispetto a qualche anno fa, il che è positivo.

In assenza di decisioni politiche influenti, gli attivisti svedesi sperano in un maggiore impegno e coinvolgimento da parte delle aziende digitali e dei fornitori di Internet.

Nuovo curriculum di educazione sessuale

Tuttavia, ci sono anche alcuni sviluppi positivi da segnalare. La Svezia sta ottenendo un nuovo curriculum per l'educazione sessuale questo autunno. L'anno scorso avevano un'ostetrica molto coraggiosa parlare nei media sui danni della pornografia. Ha detto di incontrare giovani donne che affermano di essere ferite dal sesso "ruvido", ispirato dal porno. Ciò ha scatenato un dibattito pubblico che ha in parte portato ai cambiamenti nel curriculum di educazione sessuale.

Unizon stava lavorando duramente per l'inclusione di menzioni sui danni della pornografia nel curriculum. Tehy voleva includere un'analisi critica della pornografia. Sfortunatamente, il risultato non è stato proprio quello desiderato, ma almeno ha portato a "...includere l'alfabetizzazione mediatica e con un occhio critico, ad esempio, sulla pornografia".

Nel settembre 2021 la Svezia ha ricevuto nuovi risultati da a relazione scientifica affermando che 1 su 5 diciottenni ha applicato ciò che ha visto nel porno nelle relazioni sessuali. Ha scoperto che il 18% dei ragazzi guarda il porno quasi ogni giorno. Ha anche scoperto che il 22.4% dei ragazzi ha dichiarato di guardare più porno di quanto vorrebbe.

Stampa Friendly, PDF e Email