giornale online

TRF nella stampa 2019

I giornalisti hanno scoperto The Reward Foundation e stanno diffondendo la voce sul nostro lavoro, tra cui: le nostre lezioni sui rischi legati al bingeing a lungo termine sul porno; la richiesta di un'efficace educazione sessuale focalizzata sul cervello in tutte le scuole; necessità di formazione degli operatori sanitari del NHS sulla dipendenza dalla pornografia e il nostro contributo a ricerca sulle disfunzioni sessuali indotte da pornografia e sui disturbi del comportamento sessuale compulsivo. Questa pagina documenta la nostra presenza sui giornali e online. Speriamo di pubblicare molte più storie man mano che 2019 progredisce.

Se vedi una storia su TRF che non abbiamo pubblicato, ti preghiamo di inviarci una nota a riguardo usando il modulo di contatto in fondo a questa pagina.

Ultime Stories

Mary Sharpe è citata estensivamente in questo brano di Peter Diamond, pubblicato su 19 April 2019.

Osservatore cattolico scozzese

L'imminente "blocco pornografico" nel Regno Unito è accolto favorevolmente dagli attivisti, ma Church Church sottolinea le preoccupazioni relative alla libertà di parola.

I cattolici hanno accolto un imminente blocco di età per la pornografia nel Regno Unito, che dovrebbe essere implementato nei prossimi mesi, e ha affermato che la Chiesa può assumere un ruolo guida nella lotta contro i danni della pornografia.

Questa settimana è stato annunciato che la verifica dell'età per i siti pornografici sarà introdotta a luglio 15.

Una volta introdotti, gli adulti dovranno dimostrare di essere sopra 18 registrando i loro dettagli o acquistando un buono, al fine di accedere al porno.

Discorso libero

I cattolici che aiutano a combattere la dipendenza e la Chiesa in Scozia hanno accolto favorevolmente la mossa, anche se la prudenza che la libertà di parola deve essere protetta dalla censura del governo.

Matt Fradd è un autore e oratore cattolico sul tema del porno negli Stati Uniti.

Di recente ha lanciato un nuovo programma 21-day Strive21 per liberare le persone dai danni della dipendenza dalla pornografia.

"Sono entusiasta del divieto del porno nel Regno Unito", ha affermato. "Non impedirà ai giovani di accedere al porno, ma per fortuna stiamo assistendo a questo tipo di deterrente introdotto.

"La Chiesa ha un ruolo da svolgere nella battaglia contro la pornografia. Come dice il catechismo cattolico, "siamo stati creati a immagine e somiglianza di Dio", e per questo cambia il modo in cui pensiamo alle persone. L'insegnamento della Chiesa su questo particolare argomento è che il porno ci rende schiavi - siamo chiamati ad essere padroni delle nostre passioni. "

Danno sconosciuto

Fradd ha aggiunto: "Negli ultimi anni l'uso del porno è aumentato vertiginosamente e la maggior parte dei bambini di 8-12 stanno guardando porno e sono fondamentalmente delle porcellini d'India per qualcosa che non sapremo fino in fondo fino a che 50 non sarà dannoso.

"Penso che sia qualcosa che negli anni 50 la gente ci scuoterà con frustrazione dicendo: 'come hai potuto fare questo, come hai potuto lasciarci guardare questa roba?'

"È un disastro che aspetta di succedere, ma per fortuna le persone stanno iniziando ad ascoltare e svegliarsi dai danni dei bambini che guardano il porno".

Strive21 è stato lanciato negli Stati Uniti due settimane fa e ha già visto oltre gli uomini 1,000 iscriversi al programma di pornodipendenza, e un seminario cattolico ha mostrato interesse nell'utilizzo dello strumento.

Danno di dipendenza

Un sacerdote scozzese coinvolto nel ministero della guarigione ha anche accolto con favore qualsiasi divieto che possa aiutare a combattere la dipendenza dal porno.

Il canonico William Fraser, parroco di The Visitation Church a Taynuilt, ha dichiarato: "Purtroppo ho visto i danni della dipendenza attraverso il mio lavoro nel ministero di guarigione.

"Normalmente la dipendenza dal porno diventa un'abitudine per qualcuno non solo attraverso il porno stesso, ma come reazione al" male ". Questo è come qualsiasi forma di dipendenza, sia che si tratti di bevande o droghe e il più delle volte, se la parte "ferita" viene guarita, diventa più facile gestire l'abitudine. "

Canon Fraser ha aggiunto che per "rimuovere" qualcuno da una dipendenza da pornografia può prendere una sessione, ma in "casi estremi" può richiedere diversi mesi o addirittura anni per affrontare.

"Dobbiamo costantemente ricordare che il potere che esiste dentro di noi attraverso Gesù Cristo è molto più grande di qualsiasi potenza nel mondo", ha detto Canon Fraser, aggiungendo che "Dio ci libererà proprio come ha sconfitto tutti i peccati sulla croce. '

Statistiche

Il porno è un'industria globale di 75 miliardi. Uno studio 2016 pubblicato nell'Est Economic Journal ha rivelato che le persone che vedono il porno regolarmente hanno meno probabilità di sposarsi rispetto a chi non lo fa.

Mary Sharpe è l'amministratore delegato di The Reward Foundation, un ente di beneficenza educativo con sede in Scozia che analizza la scienza che sta dietro al sesso e all'amore.

La signora Sharpe ha dichiarato: "Siamo totalmente a favore della legislazione in arrivo. I genitori spesso pensano che il porno sia lo stesso di 20 anni fa, ma ora è molto peggio. Sta causando molta aggressione sessuale.

"Sta avendo un forte impatto sul cervello delle persone, in particolare i giovani che sono pronti a diventare attratti dalle cose".

Approvazione papale

Il Papa ha approvato l'organizzazione caritatevole della signora Sharpe e sta lavorando con le scuole cattoliche per sviluppare piani di lezione per insegnanti.

"Pensiamo che la nuova legislazione sia critica. Non ha intenzione di curare il problema, ma l'educazione è vitale nelle scuole e nelle case ", ha detto.

"Stiamo creando e sviluppando piani di lezioni per le scuole in tutta la Scozia, comprese quelle cattoliche, dove li creeremo in linea con gli insegnamenti della Chiesa e le risorse amorevoli del piano di Dio.

"Chiese e parrocchie possono svolgere un ruolo enorme nella lotta al problema. È fondamentale educare i cattolici su questo argomento e la Chiesa non può semplicemente pregare che una simile questione se ne vada: devono ascoltare e agire con buona fede e se lo fanno possono condurre alla questione ".

Empowerment sacerdotale

Mary ha aggiunto che i sacerdoti potrebbero anche essere "abilitati" a parlare del problema o offrire consigli alle persone su dove andare per chiedere aiuto.

I sostenitori della libertà di parola hanno tuttavia sollevato timori sul fatto che la nuova legislazione vedrà un freno alla libertà di parola. Il divieto del porno è parte di un più ampio sforzo del governo per limitare in linea ciò che considera l'incitamento all'odio.

Un portavoce della Chiesa cattolica in Scozia ha dichiarato: "È essenziale che ogni nuova legislazione che pretende di affrontare" danni online "e" materiale offensivo "sostenga il diritto fondamentale alla libertà di espressione, pensiero, coscienza e religione che consente uno scambio solido di punti di vista e di dibattito, senza paura o favore.

"Garantire la sicurezza online dei bambini e dei gruppi vulnerabili è estremamente importante. In assenza di una definizione oggettiva di "danni", tuttavia, è difficile capire come ciò possa essere fatto ".

"Permettere a un regolatore indipendente di decidere se il contenuto sia dannoso e potenzialmente vietarlo, potrebbe in teoria portare a restrizioni sull'espressione delle credenze religiose".

SCES

Il corpo dei genitori cattolici della Scozia ha accolto il blocco del porno.

Jo Soares, presidente del gruppo genitori dei servizi educativi cattolici scozzesi, ha dichiarato: "La nuova legislazione dovrebbe rendere molto più difficile per i bambini accedere a materiale sessuale inappropriato online per caso o sperimentalmente.

"È importante limitare i contenuti pornografici in modo che i nostri figli non sviluppino atteggiamenti non sicuri nei confronti del comportamento sessuale e del consenso o delle visioni non realistiche delle relazioni e delle immagini del corpo.

"La restrizione della pornografia online agli adulti, si spera, renderà meno difficile guidare i nostri figli verso il materiale che insegna in conformità con la nostra fede nella dignità di ogni persona umana".

Le citazioni di Mary Sharpe nel marzo 11 Story in The Guardian sono apparse in questo pezzo sul sito web cattolico LifeSiteNews. L'articolo cita le fonti che rispettiamo incluso il neurochirurgo Dr Donald Hilton e yourbrainonporn.com.

https://www.lifesitenews.com/news/internet-porn-the-highly-addictive-narcotic-emasculating-young-men-through-erectile-dysfunction


Marzo 29, 2019, (LifeSiteNews) - I giovani vengono derubati della loro capacità di entrare in rapporti sessuali naturali con le donne, dato che la visione della pornografia frequente ricopre il loro cervello, minando la loro capacità di esibirsi sessualmente.

In un certo senso, i maschi durante l'adolescenza attraverso i loro 30 vengono inoculati contro il sesso, contro l'intimità, contro la procreazione, contro l'espressione dell'amore, contro il matrimonio, contro la felicità.

E quella vaccinazione è amministrata gratuitamente via internet.

"Fino a 2002, l'incidenza di uomini sotto 40 con ED (disfunzione erettile) era intorno al 2-3 per cento," Mary Sharpe del Fondazione premio detto Il guardiano. "Da quando 2008, quando il porno in alta definizione free-streaming è diventato così prontamente disponibile, è costantemente aumentato."

"(P) orn sta cambiando il modo in cui i bambini diventano sessualmente eccitati" continua Sharpe, e sta succedendo, "in un'età in cui sono più vulnerabili a problemi di salute mentale e dipendenze. La maggior parte delle dipendenze e dei disturbi mentali inizia nell'adolescenza. "

L'articolo del Guardian suggeriva che "Fino a un terzo dei giovani ora sperimentano la disfunzione erettile".

Il fenomeno è diventato così comune da avere un nome: "Disfunzione erettile indotta da porno" (PIED).

"Invece di collegare il suo eccitamento sessuale a persone reali, l'adolescente di oggi si trova spesso davanti a uno schermo, e sta collegando i circuiti sessuali del suo cervello ad essere solo nella sua stanza, al voyeurismo piuttosto che alla partecipazione", ha osservato un video istruttivo, Il cervello adolescente incontra il porno su Internet ad alta velocità.

"Alien è la parola che userei per descrivere come ci si sente quando ho cercato di fare sesso con donne vere", ha detto un giovane citato nel video. "Mi è sembrato artificiale e estraneo".

"È come se fossi così condizionato a sedermi di fronte a uno schermo (masturbarsi) che la mia mente considera il sesso normale invece del vero sesso reale", ha aggiunto.

"Le donne non mi accendono, a meno che non siano fatte bidimensionali e dietro il mio monitor di vetro", ha detto un altro.

Altri riferiscono che la loro unica speranza di raggiungere e mantenere un'erezione durante l'intimità è "immaginare il porno".

Dato che il fenomeno è nuovo, dopo tutto, l'accesso a Internet ad alta velocità e l'accesso semplice e privato tramite smartphone, iPad e computer portatili sono recenti innovazioni: è necessario intraprendere studi empirici.

Nel frattempo, le prove aneddotiche si stanno accumulando mentre esperti - tra cui psicologi, psichiatri e urologi - riferiscono di sentire questo tipo di lamenti da parte di giovani uomini che in epoche passate sarebbero stati al culmine della prodezza sessuale.

L'urologo Paul Church ha detto a LifeSiteNews che mentre attualmente non ci sono prove conclusive per l'associazione tra uso del porno e disfunzione erettile, la causalità "ha senso e molti medici e terapeuti, me compreso, credono fermamente che sia un problema ENORME per questa prossima generazione. ”

"È difficile sapere esattamente quanti giovani sono affetti da ED indotta da pornografia. Ma è chiaro che questo è un fenomeno nuovo, e non è raro, " noto Dr. Abraham Morgentaler, direttore di Men's Health Boston e professore di urologia presso la Harvard Medical School.

"So che questo è vero solo per la mia esperienza con ciò che accade alle persone con cui lavoro", ha detto Maureen Newberg, un assistente sociale clinico autorizzato (LCSW) che pratica nell'area di Washington, DC.

"Sono in uno studio privato in cui 95 percento dei miei clienti sono ragazzi e uomini. Quasi tutti questi clienti hanno un problema con il porno o una dipendenza da pornografia ", ha detto a LifeSiteNews David Pickup, terapeuta e terapista familiare.

"La mia esperienza dei loro problemi e il loro successo nell'ottenere l'uso del porno ha portato alla scoperta che il porno è un potente" farmaco ", ha affermato Pickup.

La dipendenza da porno, come altre dipendenze, sta impoverendo la vita di un'intera generazione di giovani uomini. L'eminente psicologo europeo, il dott. Gerard van den Aardweg, riassume:

I porno-schiavi sono uomini poveri, isolati nei loro contatti umani. Lupo solitario. Più sono porno, più rafforzano la loro preoccupazione infantile con il desiderio di essere un "grande uomo" e meno sono capaci in veri contatti dal vivo.

Le impreviste e impreviste conseguenze del frequente uso di pornografia da parte di giovani uomini si estendono forse oltre la disfunzione erettile e l'indebolimento di relazioni matrimoniali sane.

Mark Regnerus, professore di sociologia all'Università del Texas ad Austin e senior fellow presso l'Austin Institute for the Study of Family and Culture, suggerito una correlazione tra l'uso del porno e il supporto per il matrimonio tra persone dello stesso sesso in 2012.

Il ricercatore noto che "il sostegno dei giovani adulti per la ridefinizione del matrimonio potrebbe non essere interamente il prodotto di ideali riguardanti le libertà espansive, i diritti, le libertà e un nobile impegno per l'equità. Potrebbe essere, almeno in parte, un sottoprodotto di un'esposizione regolare a diversi atti sessuali grafici ", testimoniato attraverso internet porn.

"I siti pornografici più popolari del web fanno ben poco per discriminare un atto sessuale - o una categoria di questi - da un altro", ha detto Regnerus. "I gazers sono trattati da una vera e propria mannaia antincendio di diversità di atti sessuali".

"Questi non sono i Playboy di tuo nonno", ha aggiunto.

L'onnipresenza tossica e il potere della pornografia via internet

Mentre la battaglia per i diritti di "libertà di parola" dei pornografi e della loro industria è stata combattuta per decenni, pochi hanno notato che i giovani spettatori di sesso maschile stavano diventando essi stessi un danno collaterale. Ora la carneficina sta diventando impossibile da ignorare.

Dr. Donald Hilton, professore associato presso il Dipartimento di Neurochirurgia, Università del Texas Medical School di San Antonio e membro del Consiglio di Amministrazione dell'Istituto medico per la salute sessuale, ha scritto in un articolo intitolato Pornografia: alimentando il fuoco della tossicità sessuale:

È ovunque. Pornhub, il secondo sito più visitato in rete, ha visto 92 miliardi di persone visitare in 2016, abbastanza per i video 12.5 per ogni persona nel mondo. È diventata la principale modalità di educazione sessuale per adolescenti e persino per i preadolescenti ora, con molti adolescenti che hanno visto rapporti sessuali, anche tra più di due persone.

Questo scatenamento della sessualità tossica sull'umanità sta danneggiando coloro che lo vedono e crea dipendenza da chi continua a usarlo. Tuttavia, questi punti sono fortemente contrastati dall'industria del porno e dagli apologeti accademici che lo sostengono. Dicono che l'unico problema con il porno è la vergogna e la costruzione morale su cui poggiano i costumi religiosi.

Dr. Jeffrey Satinover, in un dichiarazione consegnato al comitato del Senato degli Stati Uniti in 2008, ha spiegato: "Mi è sempre sembrato evidente che la pornografia non è altro che una forma di" espressione ". I suoi presunti meriti, la sua mancanza oi mali sono sempre stati quindi discussi in termini appropriati di "espressione" e le nostre leggi riflettono tanto. Discutiamo sulla "moralità" della letteratura pornografica; la sua natura di arte "alta" o "bassa"; se ha qualche "valore di riscatto". I riferimenti a "opere" di "letteratura" pornografica e "atti" di "danza" pornografica sono sanciti ai più alti livelli della giurisprudenza costituzionale americana - le parole tra virgolette chiariscono che la comprensione della pornografia come espressione è fondamentale e indiscussa. ”

"Con l'avvento del computer, il sistema di consegna di questo stimolo avvincente (la pornografia su Internet) è diventato quasi privo di resistenza", continua Satinover.

"È come se avessimo ideato una forma di eroina 100 volte più potente di prima, utilizzabile nella privacy della propria casa e iniettata direttamente nel cervello attraverso gli occhi", ha aggiunto Satinover. "Ora è disponibile in quantità illimitata tramite una rete di distribuzione auto-replicante, glorificata come arte e protetta dalla Costituzione."

Annullare il danno

"La disfunzione sessuale indotta da pornografia è un fenomeno qui presente", ha dichiarato il dott. Tim Lock, psicologo clinico e assistente professore presso l'Istituto per le scienze psicologiche, Divine Mercy University.

PIED sarà con noi "finché gli uomini non potranno essere cresciuti con la virtù dell'autocontrollo e i genitori potranno essere convinti della necessità di utilizzare i filtri Internet (e la responsabilità di internet) per impedire ai loro figli di accedere a siti Web inappropriati", ha dichiarato Lock in una dichiarazione a LifeSiteNews. "Non è semplice né facile allevare un bambino che valuti autocontrollo, castità, purezza e modestia. Gli insegnanti dei bambini devono prima essere convinti di questi valori ".

"È una vendita difficile", ha detto Lock. "A meno che tu non sia consapevole che Nostro Signore è venuto a dare la vita e a darla in abbondanza".

Dr. Hilton descrive quattro passaggi essenziali:

  • In primo luogo, dobbiamo proteggere la prossima generazione dalla sessualità tossica promossa dall'industria del porno e dai suoi apologeti;
  • Secondo, dobbiamo tornare a una società in cui gli adulti rifiutano la disumanità del porno;
  • In terzo luogo, la nostra cultura è sempre più intollerante al razzismo e al sessismo, tuttavia celebriamo sia le persone che fanno sesso che le telecamere stanno rotolando. Dobbiamo mantenere l'industria del porno allo stesso livello;
  • In quarto luogo, dobbiamo tornare a una cultura di rispetto, empatia e compassione, che è l'antitesi della moderna cultura pornografica.

Una grande quantità di informazioni su come smettere di fumare e sfuggire ai suoi effetti potenzialmente dannosi può essere trovata sul sito web secolare, Il tuo cervello su Porn.

Una risposta cristiana alla schiavitù per l'uso del porno è offerta da Sforzarsi.

11 March 2019. In un importante articolo sullo stile di vita di Amy Fleming, Mary Sharpe è stata citata ampiamente da Il guardiano sull'uso della pornografia e la disfunzione erettile.

https://www.theguardian.com/lifeandstyle/2019/mar/11/young-men-porn-induced-erectile-dysfunction

Il porno rende impotenti i giovani?

Fino a un terzo dei giovani ora sperimentano la disfunzione erettile. Alcuni si stanno rivolgendo a misure estreme come gli impianti del pene - ma l'abitudine alla pornografia è l'unica soluzione?

La disfunzione erettile
Illustrazione: Nishant Choksi

Tecco una campagna pubblicitaria che adornano i tunnel della metropolitana di Londra recanti lo slogan "ED È MORTO" accanto a una fotografia di un uomo dall'aspetto sano nel fiore degli anni. "Non preoccuparti", dice in caratteri più piccoli sotto. "Ed non è un ragazzo. È una cosa da ragazzo. È breve per la disfunzione erettile. "I manifesti stanno promuovendo un nuovo marchio di sildenafil (più comunemente noto come Viagra), che dovremmo pensare stia uccidendo il problema. Ma, così com'è, ED è tutt'altro che morto.

Il mercato principale del Viagra era un uomo anziano in cattive condizioni di salute, ma secondo gli ultimi studi e sondaggi, tra 14% e 35% di giovani uomini hanno esperienza di ED. "È pazzesco ma vero", dice Mary Sharpe del Fondazione premio, un'associazione educativa che si concentra sull'amore, il sesso e Internet. "Fino a 2002, l'incidenza degli uomini sotto 40 con ED era intorno a 2-3%. Da quando 2008, quando il porno in alta definizione free-streaming è diventato così prontamente disponibile, è costantemente aumentato. "Le prove, clinico e aneddotico, sta aumentando il fatto che l'uso della pornografia è un fattore significativo.

Collegamento tra ED e uso della pornografia

Clare Faulkner, psicoterapeuta e terapeuta di relazione con sede nel centro di Londra, è tra coloro che collegano l'ED e l'uso della pornografia. "Ora ho clienti ED nei loro primi 20", dice. Parte del problema con la pornografia è che si tratta di "un'esperienza molto dissociata. La stimolazione sta arrivando esternamente, il che può rendere molto difficile essere nel tuo corpo ". Perpetua anche il mito, dice, che" gli uomini sono duri e le donne sono sempre pronte per il sesso ".

Gli spettatori solitari della pornografia si abituano ad avere il pieno controllo della loro esperienza sessuale - che, ancora una volta, dice Faulkner, "non è replicata nel mondo reale". Essere di fronte a un essere umano reale e complicato, con bisogni e insicurezze, potrebbe essere profondamente scoraggiante.

PIED

Nei forum online dedicati alla disfunzione erettile indotta da pornografia (PIED), decine di migliaia di giovani uomini condividono le loro lotte per smettere di usare la pornografia, il loro passaggio dal porno tenero all'hardcore e le barriere che affrontano nel formare relazioni sessuali e romantiche nella vita reale. È difficile dimostrare apertamente che la pornografia causi la disfunzione erettile, ma queste testimonianze replicano i risultati della letteratura clinica: che se gli uomini possono prendere a calci le loro abitudini pornografiche, iniziano a recuperare la loro capacità di essere eccitati dall'intimità della vita reale.

Alcuni giovani hanno iniziato i propri movimenti di supporto di base, come ad esempio NoFap (gergo per "non masturbarsi"), fondato negli Stati Uniti da Alexander Rhodes. (Sharpe osserva che i giovani ora "equivalgono alla masturbazione con la pornografia - non li vedono separatamente"). Rhodes, ora 31, ha iniziato a utilizzare la pornografia su Internet intorno a 11 o 12. "Ero nella prima generazione di persone cresciute su internet ad alta velocità," ha detto in una recente discussione online.

Quando ha iniziato a fare sesso con 19, ha continuato: "Non riuscivo a mantenere l'erezione senza immaginare il porno. Il porno su internet ad alta velocità è stata la mia educazione sessuale ". L'anno scorso ha parlato a un pubblico del Centro nazionale USA per lo sfruttamento sessuale:" I bambini degli Stati Uniti e gran parte del mondo sviluppato sono incanalati attraverso un'esperienza online in cui si parla di pornografia è praticamente obbligatorio. "

Gli utenti porno iniziano giovani

La giovane età in cui Rodi ha iniziato a guardare la pornografia non è insolita. A 2016, la Middlesex University ha scoperto che, con 60% di bambini, l'hanno visto per la prima volta nelle loro case. E uno studio irlandese pubblicato all'inizio di quest'anno nella rivista Porn Studies ha rilevato che il 52% di ragazzi ha iniziato a usare la pornografia per masturbarsi all'età di 13 o di meno. I social media possono essere un gateway, afferma Sharpe. "Le pornostar hanno account su Instagram, quindi stanno facendo in modo che i bambini li guardino su Instagram, e nel loro materiale diranno:" Guarda il mio ultimo video ". Uno o due clic e stai guardando il porno hardcore. I ragazzi di 12 o 13 non dovrebbero guardare materiale hardcore per adulti. "

La Fondazione Reward non è un'organizzazione anti-pornografia, afferma Sharpe, "ma il porno in eccesso sta cambiando il modo in cui i bambini diventano sessualmente eccitati". E sta accadendo nei loro anni formativi, "in un'età in cui sono più vulnerabili ai disturbi e alle dipendenze della salute mentale. La maggior parte delle dipendenze e dei disturbi mentali inizia nell'adolescenza. "Lei e Faulkner credono che l'aumento nell'uso della pornografia possa almeno in parte spiegare perché i millennial stanno avendo meno sesso rispetto alla generazione prima di loro, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Archives of Sexual Behavior.

Esperienze utente porno

Gabe Deem, il fondatore del gruppo di recupero della pornografia Riavvia la nazione, parla apertamente delle sue esperienze. Quando era 23, ha detto: "Ho provato a fare sesso con una ragazza bellissima, una donna a cui ero estremamente attratto e non è successo niente. Non sentivo alcun eccitamento fisico e non riuscivo a ottenere il minimo accenno di erezione. "

Come con altre dipendenze, dice Faulkner: "Le persone hanno bisogno di dosi più forti per essere all'altezza. Si tratta sempre di spingere i limiti per ottenere la stessa eccitazione. Ciò significa che ciò che stanno guardando diventa più hardcore e potenzialmente terrificante. Ho avuto clienti che mi dicono che non sono a loro agio con il materiale che stanno guardando. "Quando i ricercatori studiano il cervello degli utenti di pornografia compulsiva, afferma Sharpe:" Stanno vedendo gli stessi cambiamenti cerebrali comuni in tutte le dipendenze. ”

Ansia da prestazione

Alcuni ancora respingono l'aumento in ED tra i giovani come ansia da prestazione, ma Sharpe dice che per alcuni potrebbe essere vero, "Quello che stiamo sentendo da medici, terapisti sessuali, medici e persone che si occupano di comportamenti sessuali compulsivi è che più del 80% di problemi sono legati al porno." La Fondazione Reward ha hanno tenuto seminari con operatori sanitari in tutto il Regno Unito e scoperto che medici e farmacisti non considerano nemmeno di chiedere ai loro giovani pazienti maschi che hanno ED sul loro uso di pornografia. "Stanno dando loro il Viagra e questo non funziona per molti di loro", afferma Sharpe. "Non ha a che fare con il problema di fondo".

Quando i farmaci non funzionano, Sharpe ha sentito parlare di giovani che si procurano degli impianti penieni (protesi impiantate nel pene per aiutare l'erezione). "Uno dei partecipanti medici in uno dei nostri laboratori l'anno scorso ha detto che un paziente aveva avuto due di questi impianti." Nessuno aveva pensato di chiedergli dell'uso della pornografia.

In una recente visita scolastica, ricorda Sharpe, un ragazzo adolescente le ho chiesto quante volte al giorno masturbarsi con il porno fosse troppe. "Lo usano sempre", dice Sharpe, "e nessuno dice loro che è un problema."

24 febbraio 2019. Mary Sharpe ha fornito un commento esperto sulla stampa su questo caso estremamente triste nelle corti scozzesi. Ha scioccato la nazione. La storia è anche disponibile da The Sunday Post come ""

Il Sunday Post 24 di febbraio 2019Il Sunday Post 24 di febbraio 2019Il Sunday Post 24 di febbraio 2019Il Sunday Post 24 di febbraio 2019Il Sunday Post 24 di febbraio 2019

Stampa Friendly, PDF e Email