john-carr-e-marty-Sharpe

Legge sull'oscenità del Regno Unito

adminaccount888 Ultime notizie

In questo post sul blog degli ospiti, John Carr, uno dei maggiori esperti di pornografia, fornisce approfondimenti sulla revisione della legge sull'oscenità del Regno Unito sulle immagini sessuali su Internet. L'originale può essere visto su John's Blog di Desiderata. Si basa sul suo precedente settimana sulla verifica dell'età e sulla legge sull'economia digitale.

Una revisione della legge sull'oscenità del Regno Unito

Il Crown Prosecution Service ha ha annunciato una revisione della guida che fornisce ai pubblici ministeri riguardo a materiali osceni. Chiude il 17 ottobre 2018.

Questa potrebbe essere una grande opportunità per correggere una serie di anomalie che sono nate da allora, e amplificate dall'arrivo di Internet. Idem riguardo al funzionamento di quei bit del Digital Economy Act 2017 che si rivolgono a siti di pornografia commerciale.

Per ricapitolare

In base alle disposizioni del Digital Economy Act sui siti di pornografia commerciale, qualificati siti porno commerciali devi obbligatoriamente fai due cose:

  1. Assicurati che abbiano una robusta soluzione per la verifica dell'età (AV).
  2. Assicurati che, anche dietro il gateway dell'età, non ci sia "Pornografia estrema". Se fai clic sul link vedrai che questa categoria è stata stabilita in base alla legislazione precedente.

Anche le leggi sulla privacy e sulla concorrenza sono importanti.

Tutti i siti Web devono rispettare le nostre leggi sulla privacy e le nostre leggi sulla concorrenza. Quindi, anche se questi non sono specifici per i siti porno, hanno un significato evidente in questo contesto.

Il ruolo del regolatore

Il regolatore / esecutore per il Digital Economy Act in relazione ai siti pornografici è il British Board of Film Classification (BBFC). Non hanno un luogo diretto per quanto riguarda l'applicazione delle leggi sulla privacy e sulla concorrenza sebbene, ad esempio, mentre indagano e determinano se particolari soluzioni AV funzionano o meno abbastanza bene da tenere fuori i bambini. Immagino che sia improbabile che la BBFC approvi una soluzione nota per infrangere le regole sulla privacy o sulla concorrenza, quindi, in tal senso, sono indirettamente coinvolte.

Le definizioni contano

Quando il Digital Economy Act è stato approvato dal Parlamento, il governo ha riconosciuto che la definizione di "pornografia estrema" non era del tutto soddisfacente. Infatti, come ricordo, inizialmente includevano anche una proposta per creare una nuova ed extra classe di "materiale proibito" che in seguito ritirarono. Insolito, ma non inaudito.

Hanno promesso che avrebbero rivisitato la questione delle definizioni. Una volta che il progetto di legge aveva preso le mosse dai vincoli imposti dal calendario parlamentare, era impossibile aprire una considerazione più ampia su questioni di questo genere. Se la gente avesse insistito sul rischio, avremmo perso tutto nella Bill sui siti porno.

Inserisci il CPS

All'epoca abbiamo anche detto, e il governo sembrava accettare, che il CPS doveva fare lo stesso con la sua guida (obsoleta) ai pubblici ministeri in merito alle leggi sull'oscenità. Ma il governo è sempre riluttante a chiedere al CPS di fare qualsiasi cosa, quindi abbiamo dovuto aspettare che il CPS decidesse di farlo a suo tempo. Bene, ora lo ha fatto.

Il governo ci ha ricordato che, audiovisivo o meno, non dovrebbe esserci materiale illegale di alcun tipo su alcun sito web. Il Digital Economy Act non ha creato una licenza per pubblicare materiale illegale fintanto che era dietro un limite di età. Questo è il motivo per cui le linee guida CPS sono importanti. OK, non sono "la legge" in quanto tali, ma sono estremamente importanti nel plasmare la pratica e una revisione di questo tipo può fungere da stimolo al cambiamento legislativo.

Non sono sicuro se o in che misura questa revisione del CPS ovvi alla necessità o conterà come la revisione della "pornografia estrema" promessa dal governo. Sospetto che non lo farà del tutto, ma vedremo.

Una delle tante cose che non ci sono piaciute della definizione di "pornografia estrema" è che le immagini di Manga altamente sessualizzate con persone molto giovani erano chiaramente escluse. La revisione del CPS potrebbe correggerlo? Può essere. Forse no.

Stampa Friendly, PDF e Email

Condividi questo articolo