stress

Stress

Per una rapida panoramica dello stress, guarda questo video.

Lo stress acuto è un segnale di avvertimento naturale per il corpo che ci aiuta a rispondere a minacce o cambiamenti a breve termine nel nostro ambiente. È un meccanismo di sopravvivenza chiave. Come risposta fisiologica, mobilita la nostra energia in previsione dell'azione, come la fuga o il combattimento. Può essere suddiviso in quattro risposte: paura (eccitazione), fuga (evitare il danno percepito è spesso la risposta preferita per combattere); combatti (affrontando il danno) e congelati (fingendo di essere morto e sperando che l'orso / minaccia si sposti). Queste fasi possono essere applicate anche a fattori di stress quotidiani.

Quando siamo sani, abbiamo l'energia per affrontare lo stress a breve termine o acuto, ad esempio, correre per prendere un autobus. La nostra frequenza cardiaca aumenta, i nostri livelli di zucchero nel sangue cambiano, la nostra traspirazione aumenta per aiutare a raffreddare il corpo mentre corriamo. Queste reazioni sono tutte innescate dagli ormoni dello stress, adrenalina e cortisolo. Quando siamo eccitati per la prima volta, ad esempio, vedendo il nostro autobus prima di arrivare alla fermata dell'autobus, produciamo adrenalina e noradrenalina (i termini americani sono epinefrina e norepinefrina) per alcuni minuti per aiutarci a mobilitarci per arrivarci in tempo. Quando lo stress è finito (wow! Ce l'abbiamo fatta) il nostro corpo si riprende rapidamente, l'equilibrio viene ripristinato.

Se il fattore di stress continua, ad esempio, perdiamo l'autobus e corriamo il rischio di essere in ritardo per un incontro o un appuntamento importante, il cortisolo neurochimico si attiva per mantenere i livelli di energia alti abbastanza a lungo da affrontare lo stress continuo. Il cortisolo mobilita l'energia dalle riserve immagazzinate nel fegato e nei muscoli per aiutarci a "combattere" o "fuggire". Il problema è che può continuare a pompare nel sistema anche dopo che il fattore di stress è passato.

Il cortisolo continua a inondare il nostro sistema se abbiamo molti fattori scatenanti dello stress nella nostra vita. Oggi i fattori di stress tendono ad essere psicologici, le preoccupazioni per la posizione sociale, le faide familiari, il successo economico o la solitudine, piuttosto che le minacce fisiche come le tribù in guerra o le tigri dai denti a sciabola. Il nostro corpo risponde alle minacce psicologiche nello stesso modo in cui i corpi dei nostri antichi antenati facevano a quelle minacce fisiche.

Man mano che una persona si abitua / desensibilizza a determinati livelli di immagini scioccanti sui siti porno, ha bisogno di immagini più eccitanti e scioccanti per ottenere un effetto. L'ansia aumenta l'eccitazione sessuale che comporta un aumento maggiore di dopamina. Alti livelli di cortisolo nel sistema sono un marker biologico non solo per lo stress, ma anche per la depressione.

Lo stress cronico

Lo stress può accumularsi al di sotto della nostra consapevolezza cosciente. All'improvviso possiamo sentirci sopraffatti dalla vita e sentirci incapaci di farcela. Non abbiamo resistenza a conflitti o problemi. Un cervello stressato fa affidamento sull'abitudine. Il pensiero creativo è troppo difficile. Troppo stress, per troppo tempo, diventa stress cronico. Questo è quando il nostro corpo non è in grado di ripristinarsi di nuovo come fa con lo stress acuto. È ciò che ci logora, compromette il nostro sistema immunitario, ci rende più vulnerabili agli incidenti e ci fa sentire depressi, ansiosi e fuori controllo. Questo è il momento in cui siamo più vulnerabili all'assunzione di altri stimolanti, droghe o alcol, nonché alla stimolazione più estrema di Internet per farci sentire meglio ed evitare il dolore.

L'uso cronico della pornografia su Internet pone un enorme stress sull'energia del corpo riservata e porta a tutti i tipi di problemi fisici e mentali. Disregolazione dell'asse HPA negli uomini con disturbo ipersessuale (2015) - Uno studio con 67 tossicodipendenti maschi e 39 controlli di pari età. L'asse ipotalamo-ipofisi-surrene (HPA) è l'elemento centrale nella nostra risposta allo stress. Dipendenze alterare i circuiti di stress del cervello portando ad un asse HPA disfunzionale. Questo studio sui tossicodipendenti (ipersessuali) ha trovato risposte allo stress alterate che rispecchiano i risultati con dipendenze da sostanze.

Il modo in cui gestiamo lo stress nel corso degli anni è fondamentale per il nostro benessere e le nostre relazioni. Come abbiamo visto dal Concedi lo studio, dipendenza, depressione e nevrosi sono i maggiori ostacoli a una relazione sana e felice.
[/ x_text] [/ x_column] [/ x_row]

Lo stress sposta il centro dell'attenzione e dell'approvvigionamento energetico del corpo dalle aree centrali come il cervello, il sistema digerente e gli organi riproduttivi per fornire energia a quelle aree che necessitano di energia immediatamente per farci uscire dal pericolo percepito. Questo è il motivo per cui nel tempo, a meno che non gestiamo correttamente il nostro stress e lo stress è inevitabile, sviluppiamo condizioni digestive come la sindrome dell'intestino irritabile o una scarsa memoria e un'incapacità di concentrarci a lungo. Indeboliamo il nostro sistema immunitario, prendiamo le infezioni più facilmente e impieghiamo più tempo per guarire. Lo stress invecchia la pelle e il corpo.

Sotto stress cronico, l'adrenalina crea cicatrici nei nostri vasi sanguigni che possono causare un infarto o un ictus e il cortisolo danneggia le cellule dell'ippocampo, paralizzando la nostra capacità di apprendere e ricordare.

Individualmente, il peggior tipo di stress è la sensazione di non avere alcun controllo sul problema, di essere impotenti.

In breve, lo stress ci logora.

<< Effetti fisici                                                                                     Uno stimolo soprannormale >>

Stampa Friendly, PDF e Email