TRF nella stampa

TRF nella stampa 2016

I media hanno scoperto The Reward Foundation e stanno spargendo la voce sul nostro lavoro, tra cui: le lezioni di consapevolezza del porno; la richiesta di un'educazione sessuale efficace e basata sul cervello in tutte le scuole; necessità di formazione per gli operatori sanitari del NHS sulla dipendenza dalla pornografia e il nostro contributo a riparazioni sulle disfunzioni sessuali indotte dal porno. Questa pagina evidenzia alcuni dei nostri successi sulla stampa.

Giornali e online

Ottobre 2016. Mary Sharpe è presente in questo commento della dottoressa Linda Hatch sul porno e la dipendenza dal sesso nel Regno Unito. Linea orizzontale TRF ViolaThe Sunday Times - Scotland Edition, 21 agosto 2016

Scan of Sunday Times 21 agosto 2016 Parte 2.a

Scan of Sunday Times 21 agosto 2016 Parte 2.2

La versione usata fuori dalla Scozia può essere vista online qui. Richiede un abbonamento, anche se puoi registrarti per due storie gratuite a settimana. È stato utilizzato anche in questa notizia in lingua croata sotto il titolo NAVUČENI NA PORNIĆE Djeca od 11 godina ovisna su o nasilnom seksu scritto da Ana Muhar.

.

Linea orizzontale TRF ViolaLo Scottish Daily Mail ha seguito due volte l'articolo del Times. Per prima cosa ha offerto il seguente pezzo ...

consapevolezza del porno

Il giorno successivo ha utilizzato diverse idee della Reward Foundation nel suo leader ...

consapevolezza del porno

consapevolezza del porno

Linea orizzontale TRF ViolaLogo di Edinburgh Evening NewsFondazione Edinburgh Evening News RewardGli alunni di una delle scuole private più esclusive della Capitale riceveranno lezioni di "consapevolezza del porno" tra paure di dipendenza.

Il Fettes College, che annovera tra i suoi alunni l'ex primo ministro Tony Blair, ha invitato un esperto di Internet per incontrare gli studenti entro la fine dell'anno.

Viene dopo che un crescente corpo di ricerca ha collegato l'esposizione prolungata al porno con un deterioramento della salute mentale e dell'impotenza.

Ci sono state anche affermazioni secondo cui la dipendenza può danneggiare studi, prospettive di carriera e relazioni, con ulteriori avvertimenti che può degenerare nella visualizzazione di immagini illegali di abusi sui minori.

Mary Sharpe, avvocato e fondatrice della The Reward Foundation, un ente di beneficenza che promuove relazioni sane, ha già tenuto corsi di sensibilizzazione sul porno alla George Heriot e alla Dollar Academy di Stirling.

Una fonte vicina a una delle scuole ha detto che le sessioni erano "brutali e dirette" sugli effetti della dipendenza dal porno, con un'altra fonte che le descrive come "interessanti e preziose".

E il metodo si è dimostrato così utile che Fettes - che addebita commissioni di £ 32,200 all'anno - ha deciso di adottarlo.

Sharpe ha detto che era stata invitata a tenere la classe entro la fine dell'anno. "Queste scuole si rendono conto dell'effetto dannoso che la pornografia hard-core può avere sui loro alunni, in termini di salute mentale e studi", ha aggiunto Sharpe.

La sua fondazione ha raccolto i dettagli di migliaia di casi di giovani uomini dalla Gran Bretagna e dall'estero che hanno parlato dell'effetto debilitante della loro dipendenza.

Simile al consumo di droga, Sharpe ha avvertito che i livelli di tolleranza dei tossicodipendenti aumentano con l'esposizione continua e che la loro abitudine può intensificarsi, con gli utenti che cercano materiale sempre più grafico per soddisfarli.

"I giovani uomini possono passare rapidamente dal porno soft al porno hard, al porno fetish e al porno infantile malvagio, per soddisfare il loro bisogno di quel fattore shock", ha aggiunto.

Cameron Wyllie, il preside di George Heriot, ha dichiarato: “È davvero importante che i giovani siano esposti ai potenziali pericoli di guardare la pornografia attraverso studi scientifici che sembrano dimostrare che l'uso eccessivo della pornografia è psicologicamente e mentalmente dannoso.

"Aumentano le prove che l'esposizione senza precedenti alla pornografia dovuta a Internet, a cui si accede facilmente tramite smartphone e tablet, sta desensibilizzando i giovani e lasciandoli incapaci di eccitarsi con un partner sessuale".

A giugno, l'NHS Lothian ha chiamato Sharpe per incontrare il personale presso la sua clinica per la salute sessuale di Chalmers Street per aumentare la consapevolezza dell'impotenza indotta dal porno.

Il braccio britannico dell'Huffington Post ha pubblicato quanto segue storia il 22 agosto 2016. abbiamo evidenziato un bel commento di un lettore negli USA.Linea orizzontale TRF Viola Intestazione Huffpost 22 agosto 2016
Testo Huffpost 22 agosto 2016 Commento di Huffpost Brian Brandenburg

Linea orizzontale TRF ViolaThe Independent ha fatto una replica, in gran parte, della storia del Sunday Times, disponibile qui.

La storia è stata anche ripresa ampiamente dai media internazionali, per quanto lontano Vietnam e Indonesia.

Linea orizzontale TRF ViolaNotizie legali scozzesi

La carità fondata da un avvocato pubblica articoli sugli effetti negativi della pornografia

Un ente di beneficenza fondato da un avvocato ha pubblicato un documento sugli effetti dell'uso compulsivo della pornografia su Internet.

Mary Sharpe, un membro non praticante di Facoltà di avvocati, ha lasciato la pratica per stabilire il Fondazione premio, un ente di beneficenza che mira a una maggiore comprensione da parte del pubblico dei circuiti di ricompensa del cervello e di come interagisce con l'ambiente, nonché a migliorare la salute promuovendo la comprensione da parte del pubblico della costruzione della resilienza allo stress.

In un nuovo articolo di US Navy medici e la Reward Foundation, intitolata "La pornografia su Internet causa disfunzioni sessuali? Una recensione con Rapporti clinici“, Vengono proposti i meccanismi cerebrali attraverso i quali l'uso del porno su Internet potrebbe creare difficoltà sessuali anche a spettatori sani. Coloro che iniziano a usare durante i periodi di sviluppo chiave della pubertà e dell'adolescenza sono particolarmente vulnerabili.

Diversi sceriffi e importanti avvocati penalisti hanno espresso privatamente i loro timori sull'influenza della pornografia sul comportamento dei giovani a Notizie legali scozzesi.

La signora Sharpe ha detto che pensa che l'aumento dei crimini sessuali possa "essere in parte determinato dall'aumento dell'uso compulsivo della pornografia su Internet".

Ha aggiunto: "Non c'è dubbio che gli abusi sui minori storici e più persone che si fanno avanti per denunciare l'aggressione sessuale giocano un ruolo così come un migliore rilevamento da parte della polizia, ma sotto di esso, tutta la dipendenza dal porno e la conseguente desensibilizzazione del cervello alla violenza e ad altre dipendenze- anche i cambiamenti cerebrali correlati devono avere un ruolo.

"Questo deve essere preso in considerazione dalle autorità di giustizia penale in collaborazione con le autorità educative e sanitarie se vogliamo vedere una riduzione in quest'area della criminalità". Linea orizzontale TRF Viola

https://schoolsimprovement.net/top-public-school-attended-tony-blair-puts-unusual-topic-curriculum/#comments
Linea orizzontale TRF ViolaLogo del telegrafo di Belfast Scansione di Belfast Telegraph Mary Sharpe nella sezione Education foto e intestazione 25 agosto 2016

L'avvocato Mary Sharpe ha recentemente colpito i titoli dei giornali dopo che è emerso che l'ex scuola di Tony Blair fornirà lezioni di "consapevolezza del porno" tra i timori sugli effetti negativi che il materiale sessualmente esplicito può avere sugli alunni.

Il Fettes College di Edimburgo, una delle scuole pubbliche più esclusive del Regno Unito, ha invitato la sig.ra Sharpe, fondatrice dell'associazione di beneficenza Reward Foundation, a rivolgersi agli studenti lì all'inizio del prossimo anno.

E ora sono emersi piani per introdurre queste classi qui nel tentativo di svezzare gli alunni dalla pornografia avvertendoli delle potenziali conseguenze della loro dipendenza.

Parlando con il Belfast Telegraph, Darryl Mead, marito della signora Sharpe e presidente della Reward Foundation, che promuove relazioni sane, ha detto al Belfast Telegraph che l'Irlanda del Nord era all'ordine del giorno.

"Mary e io teniamo presentazioni congiunte nelle scuole e siamo molto interessati a fare sessioni di formazione in tutta la provincia", ha detto il dott. Mead.

“Non abbiamo ancora in mente alcuna istituzione specifica, ma l'Irlanda del Nord è nella nostra lista di cose da fare e siamo molto aperti a dare lezioni nelle scuole primarie, secondarie e di grammatica.

"Siamo anche lieti di offrire sessioni separate a ragazzi e ragazze perché hanno requisiti diversi quando si tratta di apprendere la pornografia."

La signora Sharpe ha detto ieri al Nolan Show di Radio Ulster che, sebbene attualmente si occupino principalmente di ragazzi di 16 e 17 anni, mirano a iniziare a educare i bambini nell'ultimo anno di scuola primaria.

"La ricerca mostra che i bambini di età media iniziano a cercare foto nude e simili è di 10 anni", ha detto.

"Oggi Internet offre loro tutto con un clic del mouse o con un dito, quindi se vogliamo proteggere il cervello dei bambini quando sono più malleabili, dobbiamo renderli consapevoli ora".

L'avvocato ha affermato che mentre "solo guardare il porno e la nudità non avrebbe fatto alcun male", c'era il pericolo che diventasse una porta d'accesso a materiale più esplicito e potenzialmente dannoso.

"Il cervello si annoia con qualcosa dopo averlo visto un paio di volte e richiede novità ed è molto facile passare al porno hardcore e al porno violento e i bambini si eccitano", ha detto. "Stanno imparando tutte le cose sbagliate da Internet e questo danneggia loro."

La depressione e l'ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività) erano solo due dei problemi di salute mentale che la sig.ra Sharpe collegava alla pornografia.

Ha anche fatto riferimento a un problema crescente di disfunzione erettile tra gli uomini di 20 anni "perché hanno guardato il porno da adolescenti".

"Smettono di essere eccitati dai loro partner o dalla normale eccitazione sessuale perché il loro cervello è abituato a stimoli ipereccitanti su Internet", ha detto.

"Invece di imparare a parlare con le ragazze e tenersi per mano e fare tutti i normali passi delicati, vengono esposte a materiale estremo."

DUP MLA Nelson McCausland ha accolto con favore la mossa di mettere le classi a disposizione dei bambini locali, dicendo che era “giusto che i giovani fossero educati sui pericoli della pornografia”.

"C'è una grande consapevolezza oggi sulla natura perniciosa di tale materiale e sul modo in cui influisce sul cervello umano", ha detto. "Tutto ciò che aiuta i giovani ad avere uno stile di vita più sano ed essere consapevoli di tali pericoli è una buona cosa."

Stampa Friendly, PDF e Email