giornale online

TRF nella stampa 2018

La stampa ha scoperto The Reward Foundation e sta diffondendo la voce sul nostro lavoro, tra cui: le lezioni di sensibilizzazione sul porno; la richiesta di un'efficace educazione sessuale basata sul cervello in tutte le scuole; necessità di formazione per gli operatori sanitari del NHS sulla dipendenza dalla pornografia e il nostro contributo a riparazioni sulle disfunzioni sessuali indotte dal porno. Questa pagina evidenzia i nostri successi sui giornali e online durante il 2018

Se vedi una storia su TRF che non abbiamo pubblicato, ti preghiamo di inviarci una nota a riguardo usando il modulo di contatto in fondo a questa pagina.

10 dicembre 2018. All'inizio di dicembre 2018 il team della FR si è recato a Budapest in Ungheria dove Mary Sharpe ha presentato "L'impatto della pornografia in Internet sulla salute e le relazioni" alla conferenza "La tratta di esseri umani in Ungheria: sfide presenti e future e migliori pratiche - L'impatto del mondo online ". 'AZ INTERNETES ÁLDOZATTÁ VÁLÁS HATÁRAI ÉS HATÁSAI AZ EGYÉNRE ÉS A TÁRSADALOMRA ', Budapest, 3 dicembre 2018.

Si può vedere la presentazione completa qui.

26 agosto 2018. Mary Sharpe ha fornito commenti di esperti su questo triste caso nei tribunali scozzesi. Articolo scritto da Vic Rodrick. Pagine 10 e 11 nella versione cartacea.

Un predatore SESSUALE sta affrontando la vita in prigione per aver violentato una serie di ragazze minorenni e giovani donne che ha contattato tramite i social media.

Nel peggior caso di toelettatura online della Scozia, Gavin Scoular ha usato Facebook, Snapchat e Skype per fare amicizia con le vittime.

Il 23enne iniziava con chiacchiere innocenti - a volte per settimane - per conquistare la fiducia delle ragazze prima di assillarle per inviargli fotografie sessuali.

Poi li ha ricattati per fargli incontrare di persona minacciando di pubblicare le foto online "affinché tutto il mondo le possa vedere", prima di abusarne e violentarle.

Giovedì è stato riconosciuto colpevole di aver violentato cinque giovani donne, comprese tre vittime che all'epoca erano minorenni.

Una giuria presso l'Alta Corte di Livingston lo ha anche condannato per altri dieci reati, tra cui violenza sessuale, aver scattato immagini indecenti senza consenso e minacciato di distribuire le immagini.

Durante un processo di nove giorni, l'avvocato delegato Stephen Borthwick, accusatore, ha definito Scoular un "pedofilo predatore" e ha detto che i testimoni hanno fornito resoconti quasi identici delle sue azioni. Ha aggiunto: 'Li stava pulendo. Gavin Scoular si concedeva una conversazione sessualizzata con loro sapendo benissimo che avevano meno di 16 anni, meno dell'età del consenso.

'Ha chiesto a tutti loro di mostrargli le foto del loro corpo nudo. In alcuni casi ha chiesto loro di inviargli delle foto.

'Ha usato quelle immagini come metodo per controllare il loro comportamento, per indurli a fare ciò che voleva. In ogni caso è passato all'incontro con le ragazze. Per sua stessa ammissione, li ha incontrati per una ragione: impegnandosi in comportamenti sessuali illegali.

Una vittima ha detto di avere 13 anni quando Scoular, di Niddrie, Edimburgo, l'ha contattata. L'ha bombardata con messaggi e richieste sempre più vili prima di chiederle di inviargli foto di se stessa nuda.

Ha detto: 'Ho detto di no subito ma lui continuava a chiedere e chiedere. Gli ho detto che non volevo ma gli ho mandato una foto quando avevo 14 anni. Non so perché.

Dopo che gli ho inviato il primo, ha minacciato di pubblicarlo sui social media.

Ha detto che se non gli avessi mandato un'altra foto, avrebbe pubblicato la foto che aveva già su Facebook.

'Mi ha fatto sentire che dovevo farlo. Non volevo le mie tette su Facebook.

"Dopo che ho inviato la seconda foto, si è scusato per aver detto che aveva messo la foto su Facebook, quindi l'ho perdonato."

Ha accettato di andare a casa di Scoular, dove l'ha violentata.

Ha detto: "Volevo piangere, ma ho tenuto tutto dentro. Ero spaventata. Volevo solo andarmene da lì il prima possibile. Gli ho detto che faceva male. Gli ho detto di smetterla. Ha continuato ad andare avanti.

Un'altra vittima aveva 14 anni quando Scoular l'ha contattata tramite una webcam.

All'inizio, le loro conversazioni riguardavano cose di tutti i giorni, come la scuola, ma poi ha minacciato di mentire ai suoi amici che avevano fatto sesso a meno che lei non gli avesse inviato una foto indecente.

Ha detto che Scoular l'ha ricattata facendole mostrare il seno durante una chat video su Skype e lui ha preso uno schermo

'Volevo piangere. Ero spaventato. Gli ho detto di smetterla

tiro. Usando la foto come ricatto, l'ha costretta a incontrarlo vicino a Ocean Terminal a Leith e l'ha aggredita sessualmente.

La vittima più giovane di Scoular aveva solo 12 anni quando l'ha contattata tramite i social media e l'ha persuasa ad incontrarlo. Andarono al Portobello Golf Course, dove la baciò e la palpò, nonostante conoscesse la sua età.

Ha anche detto a due vittime che ha lavorato come bagnino nelle piscine comunali, insegnando ai bambini a nuotare.

Scoular ha affermato di essere una "parte offesa" e che le vittime hanno detto "bugie spaventose" su di lui. Ha detto che tutti avevano acconsentito al sesso.

Ha ammesso che al momento dei reati, tra il 2010 e il 2014, era stato "sessualmente attratto dalle ragazze" ma ora si sentiva "orribile" a riguardo.

Ha detto: 'Non sono contento di quello che ho fatto. Ma so cosa ho fatto e quello che ho fatto è stato sbagliato. '

La scorsa notte, Mary Sharpe, amministratore delegato del gruppo di campagne della Reward Foundation, ha avvertito che l'accessibilità e l'anonimato - la "natura segreta" - dei social media hanno permesso alla toelettatura online di diventare più diffusa.

Ha detto: 'È facile attirare qualcuno con parole d'amore e tenerezza online. Se un ragazzo chiede una fotografia, è facile inviare una foto. '

La signora Sharpe ha aggiunto che celebrità come Kim Kardashian fanno pensare ai giovani che sia normale essere sessualizzati.

Ha detto: `` La nostra cultura riguarda la visualizzazione del tuo corpo ed è quel fattore normativo per avere quello stile di vita da celebrità di cui sono sommersi. È una cultura molto più pornografica. visto come sessuale è comune nella società odierna e sta rendendo molto facile per gli uomini prendere le giovani donne. È la cultura che li rende preparati per essere più sessuali. '

Scoular originariamente ha affrontato 132 accuse contro 100 ragazze e giovani donne. I pubblici ministeri si sono concentrati sui reati più gravi e al processo ha dovuto affrontare 34 accuse. Dopo che i testimoni l'avevano fatto

date le loro prove, Scoular si è dichiarato colpevole di accuse tra cui il grooming e l'aggressione sessuale a una ragazza di 12 anni, chat di sesso online con una ragazza di 14 anni tramite Skype e chiedendole di inviargli immagini indecenti.

Ha anche ammesso sei reati sessuali che coinvolgono la toelettatura e il sesso minorile con un'altra ragazza di 14 anni. Giovedì all'Alta Corte è stato giudicato colpevole di sette accuse di aver violentato cinque vittime dopo averle "curate" sui social media.

La giuria lo ha anche ritenuto colpevole di altri dieci reati sessuali, tra cui comportamenti osceni e libidinosi e incontri con minori per sesso illegale.

Dopo i verdetti di colpevolezza è emerso che Scoular sta scontando una pena estesa di quattro anni e mezzo, inflitta nel 2014, per reati simili che coinvolgono due minorenni.

Il suo nome era stato aggiunto al registro degli autori di reati sessuali per dieci anni.

Il giudice Lord Summers ha rinviato la sentenza al 19 settembre presso la High Court di Edimburgo.

Ha avvertito Scoular: "Non dovresti illuderti di guardare a un periodo di condanna molto lungo".

Scoular verrà nuovamente inserito nel registro degli autori di reati sessuali ed è stato incarcerato.

25 luglio 2018. Mark Blunden, the News and Technology Reporter ha fornito una buona copertura a The Reward Foundation e al problema della disfunzione erettile su pagina 11 del London Evening Standard. È stato anche ripreso dal Bollettino nigeriano.

16 luglio 2018. Kay Smith ha riscritto leggermente l'articolo di Mail on Sunday per The Times.

15 luglio 2018. Mary Sharpe viene intervistata domenica su Scottish Mail in merito al contenuto delle lezioni per le scuole primarie sviluppate dalla Reward Foundation. Pagina 21. È disponibile una versione digitale dell'articolo qui.

Logo Scottish Mail on Sunday

15 luglio 2018. Mary Sharpe ha scritto questo articolo di opinione a tutta pagina. Pagina 38.

Logo Scottish Mail on SundayContinua ...

15 luglio 2018. L'articolo originale è apparso su The Scotsman a pagina 7 e può essere visto online (attenzione: l'immagine potrebbe essere attiva). L'articolo è stato ripreso anche da Tax Free Insider.

4 luglio 2018. Mary Sharpe e Darryl Mead sono state intervistate per SecEd, il principale portale online per le scuole secondarie nel Regno Unito. L'articolo originale può essere visto qui.Imparare i rischi del porno

Il 28 febbraio 2018, Mary Sharpe è stata intervistata dal servizio di notizie spagnolo online Tu Cosmopolis.

 

25 febbraio 2018. Un ampio articolo in lingua spagnola sull'impatto della pornografia, incentrato sulla storia dell'uso della pornografia di Gabe Deem, con citazioni di Darryl Mead e Mary Sharpe, nonché di Gary Wilson e della dott.ssa Valerie Voon. L'articolo completo è disponibile qui.

4 febbraio 2018

Logo Sunday Times
The Sunday Times Mark Macaskill 4 febbraio 2018 The Sunday Times Mark Macaskill 4 febbraio 2018 The Sunday Times Mark Macaskill 4 febbraio 2018The Sunday Times Mark Macaskill 4 febbraio 2018

La storia è disponibile anche online al Sunday Times.

24 gennaio 2018

Notizie legali scozzesi

Alle aziende FTSE 100 è stato chiesto di affrontare le molestie sessuali o di affrontare azioni legali

Questa storia è stata pubblicata anche sulle notizie finanziarie scozzesi il 24 gennaio 2018

Stampa Friendly, PDF e Email